Sarcoma dei tessuti molli: cause, fattori di rischio e prevenzione

Il sarcoma è uno dei tipi di tumore più rari e aggressivi. Viene individuato con difficoltà ( scambiato per altri tumori) o per caso e spesso in uno stadio avanzato.

0

Il sarcoma è uno dei tipi di tumore più rari e aggressivi. Viene individuato con difficoltà (scambiato per altri tumori) o per caso e spesso in uno stadio avanzato.

I sarcomi colpiscono i tessuti molli dell’organismo, quali: il grasso, i muscoli, il tessuto fibroso e sinoviale, vasi sanguigni e linfatici, nervi periferici. Il sarcoma nonostante possa aggredire qualsiasi parte del corpo, si localizza prevalentemente nelle braccia, nelle gambe e nell’addome. Il trattamento più efficace è la rimozione chirurgica. Tuttavia, la chemioterapia e la radioterapia potrebbero essere valide opzioni, a seconda della posizione del tumore e della dimensione della massa tumorale.

Il tipo più comune e diffuso di sarcoma è l’osteosarcoma. Il più delle volte si presenta nei bambini a causa della crescita delle ossa. Solo negli Stati Uniti ogni anno vengono diagnosticati 3000 casi di sarcoma osseo.

SARCOMA E FATTORI DI RISCHIO

Sebbene non si conoscano le causa del sarcoma, sono stati individuati alcuni fattori di rischio della malattia. Ecco quali:

EREDITÀ 

Il fatto di aver avuto familiari con il sarcoma aumenta il rischio di essere colpiti da questo tipo di tumore. Tra i tipi di sarcoma ereditario abbiamo:

  • La malattia di Paget: tale condizione colpisce le ossa, queste diventano fragili e spesso anche deformi.
  • Malattie genetiche quali la neurofibromatosi, il retinoblastoma, la sindrome di Gardner o la sindrome di Li-Fraumeni.

ESPOSIZIONE ALLE RADIAZIONI

I sarcomi radio indotti dei tessuti molli sono molto rari. La causa è da attribuire all’esposizione prolunga ai trattamenti radioterapici per la cura di precedenti neoplasie.

ALTRE CAUSE

Tra i tipi di sarcoma quello con una causa definita è il sarcoma di Kaposi. È causato dall’herpesvirus-8 umano (HHV-8). Si presenta con macchie rosso-violacee di diverse zone del corpo e noduli della pelle ma può colpire anche mucose e organi interni. Non è sufficiente aver contratto il virus per sviluppare questo tumore. Una concausa è la presenza di un sistema immunitario debole o deficitario (come nei soggetti colpiti da HIV).

SINTOMI 
I sintomi del sarcoma non sono evidenti, ciò comporta spesso un’individuazione tardiva del tumore. I sintomi principali del sarcoma sono:

  • nodulo o gonfiore notevole e doloroso;
  • dolore (il tumore può esercitare pressione sui nervi o sui muscoli);
  • zoppia nel caso in cui il tumore abbia colpito una gamba.

È importante consultare il medico in presenza di uno o più sintomi. I sarcomi colpiscono prevalentemente la popolazione adulta oltre i 50 anni. Salvo alcuni sarcomi specifici dell’età pediatrica quale il rabdomiosarcoma. Il sarcoma presenta un tasso di sopravvivenza tra il 56% e il 90% a seconda dello stadio del tumore e della presenza o meno di metastasi.