Sarcoma: cos’è, fattori di rischio e sintomi

Il sarcoma è un cancro raro e potenzialmente letale. Ecco cosa è meglio sapere.

0

Ogni tipo di cancro è potenzialmente letale e quelli più pericolosi sono i più rari e il sarcoma (che si sviluppa nel tessuto connettivo) è su questa lista.

Il sarcoma, come si legge su Fabiosa.com, è particolarmente pericoloso perché può essere facilmente confuso per molti altri tipi di cancro.

Cos’è il sarcoma?

Il tessuto molle è il luogo in cui si può sviluppare il sarcoma: grasso, muscolo, tessuto fibroso, membrana sinoviale, vasi sanguigni e linfatici, nervi periferici. Tipicamente, il sarcoma si verifica nelle braccia, nelle gambe e nell’addome. Il trattamento più comune è rimozione chirurgica. Tuttavia, la chemio e le radiazioni potrebbero essere le altre opzioni a seconda della posizione e della dimensione del tumore.

Il tipo più comune è l’osteosarcoma, tumore maligno primitivo dell’osso.

Quali sono i fattori di rischio?

Sebbene gli scienziati non conoscano la causa dello svilippo del sarcoma, statisticamente, hanno identificato diversi fattori che possono aumentare il rischio:

  • Eredità. Se qualcuno nella famiglia ha avuto un sarcoma;
  • La malattia ossea di Paget. La condizione colpisce le ossa in modo che diventino fragili o addirittura deformi.
  • Malattia genetica come la neurofibromatosi, il retinoblastoma, la sindrome di Gardner o la sindrome di Li-Fraumeni;
  • Esposizione alle radiazioni.

L’unico tipo di sarcoma che ha una causa chiaramente definita è il sarcoma di Kaposi. È causato dall’herpesvirus umano 8 (HHV-8). La maggior parte delle persone colpite è infettata da almeno un tipo di herpesvirus e il sistema immunitario di una persona media può facilmente tenerlo sotto controllo.

Quali sono i sintomi?

Sfortunatamente, i sintomi del sarcoma di solito non sono così evidenti e ciò può portare a un rilevamento molto tardivo. I segni principali:

  • nodulo o gonfiore notevole e doloroso;
  • dolore (il tumore può esercitare pressione sui nervi o sui muscoli);
  • zoppicare se il tumore è nella gamba.

È importante consultare il medico non appena si nota uno di questi sintomi. I sarcomi hanno un tasso di sopravvivenza tra il 56% e il 90% a seconda dello stadio del tumore e se non si metastatizzano (ovvero non si diffondono ad altre parti del corpo). I sarcomi possono essere estremamente aggressivi nel senso che crescono molto velocemente e sono suscettibili alla diffusione.

Commenti