Restituita la vista a due pazienti con la stessa forma di cecità

Un team di medici ha riparato con successo la vista in due pazienti con la degenerazione maculare legata all'età (AMD).

0

I medici del Moorfields Eye Hospital di Londra hanno riparato con successo la vista in due pazienti che soffrono di degenerazione maculare legata all’età (AMD) utilizzando cellule staminali, alimentando così la speranza che simili trattamenti per il recupero della vista siano “pronti all’uso” entro i prossimi cinque anni.

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Nature Biotechnology.

AMD

Ci sono due tipi di AMD: umido e asciutto.

Entrambi i pazienti avevano una AMD ‘umida’, causata da vasi sanguigni anormali che perdevano liquido o sangue sulla macula, una parte importante della retina dell’occhio costituita da cellule dei coni, da cellule sensibili alla luce e da uno strato nutriente di cellule chiamato epitelio pigmentato retinico.

Al contrario, la degenerazione maculare ‘secca’ è meno grave, più comune, e si verifica quando i depositi si accumulano sotto la macula e ne provocano il deterioramento.

IL TRATTAMENTO

Il trattamento di recupero della vista ha coinvolto le cellule staminali che possono essere convertite in qualsiasi tipo di cellula del corpo umano. In questo caso particolare, le cellule staminali embrionali sono state utilizzate per formare il tipo di cellule trovate nell’epitelio pigmentato retinico. I medici hanno, poi, eseguito operazioni di due ore sui pazienti.

Un anno dopo, la velocità di lettura del primo paziente era passata da 1,7 parole al minuto a 82,8 parole al minuto. Nel frattempo, il secondo paziente era migliorato da 0 parole al minuto a 47,8 parole al minuto.

È strabiliante ciò che hanno fatto i medici e ora mi sento così fortunato ad aver nuovamente la vista“, ha detto lo 86enne americano Douglas Waters a BBC News.

Fino ad ora, non ci sono state serie complicazioni anche se ci sono preoccupazioni sul fatto che alcuni trattamenti con le cellule staminali possano aumentare il rischio di cancro.

Comunque, i medici ritengono che tale trattamento possa essere usato per l’AMD secca ma sono necessari ulteriori studi per confermare sia questo sia il successo dello stesso trattamento nei pazienti con AMD umida.

Già altri otto pazienti prenderanno parte all’attuale sperimentazione clinica.

Questo studio rappresenta un vero progresso nella medicina rigenerativa“, ha dichiarato a BBC News Pete Coffey dell’University College di Londra. “Ci auguriamo che questo possa portare presto a una terapia economica” pronta all’uso “che potrebbe essere messa a disposizione dei pazienti entro i prossimi cinque anni.”

Commenti