Quali sono i rapporti a rischio HIV?

L'HIV è un virus che può essere trasmesso attraverso il sesso. Ma quali sono i rapporti a rischio? Come stanno le cose.

L’HIV è un virus che attacca il sistema immunitario del soggetto e che può essere trasmesso attraverso il sesso. Ma quali sono i rapporti a rischio?

Il virus dell’HIV attacca e indebolisce il sistema immunitario, rendendo un individuo più vulnerabile alle malattie gravi. L’HIV non trattato può portare all’AIDS, che si verifica quando il sistema immunitario è così debole da diventare suscettibile a infezioni gravi e ad alcuni tipi di cancro.

La trasmissione dell’HIV avviene in molti modi diversi, anche attraverso il sesso senza preservativo e la condivisione di aghi. Il rischio di trasmissione varia in base a diversi fattori, tra cui:

  • pratiche sessuali e l’eventuale presenza di HIV nei partner sessuali
  • condivisione di aghi per uso di droghe o tatuaggi
  • Utilizzo di PrEP (profilassi pre-esposizione), PEP (profilassi post-esposizione), o preservativi.

È importante comprendere il livello di rischio in base ai fattori effettivi nella prevenzione della trasmissione dell’HIV.

Come si trasmette l’HIV attraverso il sesso?

L’HIV può essere trasmesso attraverso lo sperma, le secrezioni vaginali, il sangue e le secrezioni anali. Quando una persona non usa il preservativo durante il sesso, è più facile che lo sperma, i fluidi vaginali, il sangue e le secrezioni anali entrino nell’organismo, venendo assorbiti attraverso la membrana mucosa della vagina o dell’ano o entrando direttamente nel flusso sanguigno.

Il sesso anale è un noto fattore di rischio per contrarre l’HIV in assenza di altri metodi di prevenzione, soprattutto per il partner il cui ano viene penetrato dal pene.

Il sesso vaginale può anche portare alla trasmissione dell’HIV se mancano altri metodi di prevenzione, soprattutto per il partner la cui vagina viene penetrata dal pene.

Sia il sesso anale che quello vaginale possono anche comportare un rischio di trasmissione dell’HIV per la persona il cui pene è inserito nell’ano o nella vagina, anche se il rischio rimane più alto per i partner “ricettivi”.

Si ritiene che il sesso orale (bocca sul pene o vulva/vagina) sia a rischio molto basso. Si ritiene che anche il rimming (bocca sull’ano del partner) abbia un rischio molto basso.

LEGGI ANCHE: Qualisono i sintomi dell’HIV?