Quali sono i comportamenti più comuni di un tossicodipendente?

Non sempre è facile riconoscere chi fa uso di droghe. Il tossicodipendente è sopraffatto dalle sostanze ed ha bisogno di aiuto.

Foto di KLEITON Santos da Pixabay
  • La tossicodipendenza comporta l’uso cronico e compulsivo di sostanze.
  • L’uso delle droghe comporta dei cambiamenti comportamentali e umorali.
  • Il tossicodipendente è cosciente del proprio disturbo e tenderà a nasconderlo.

Non sempre è facile riconoscere chi fa uso di droghe. Il tossicodipendente è sopraffatto dalle sostanze ed ha bisogno di aiuto. Impara a riconoscere i tratti comportamentali.

Tossicodipendenza e tratti comportamentali

Durante le prime settimane di ‘approccio’ all’uso delle droghe, la persona non pensa che sta approdando verso la via della tossicodipendenza, anzi, è convinta che avrà la capacità di smettere quando vuole.

Insomma, è facile auto-ingannarsi o pensare di essere più forti di una determinata sostanza.

Quando la tossicodipendenza inizia realmente a far parte della vita, ecco che inizieranno a cambiare anche i comportamenti a partire dai repentini sbalzi d’umore e della comunicazione.

Noterai uno sguardo perso nel vuoto, un disinteresse verso la propria persona, un atteggiamento ostile verso le persone più vicine.
Farà di tutto per non farsi scoprire, per evitare di far uscire fuori il proprio segreto.

Non manca la capacità di rendersi conto che ciò che il tossicodipendente sta facendo è sbagliato e proprio per questo tenderà a chiudersi sempre più in se stesso, ad isolarsi.

Gli amici di una vita inizieranno a non sentirlo o vederlo più come prima, il ritiro sociale è iniziato anche con i familiari e – per non destare dubbi – inizierà a mentire, a dire bugie come ‘sono stanco’, ‘ho bisogno di stare solo’, etc.

Nonostante le parole o le frasi che possono essere utilizzate, se assume hashish o marijuana gli occhi saranno arrossati e lucidi, non mancherà il sorriso ebete e la mancanza di discorsi. Lo vedrai molto preso dai suoi ‘viaggi mentali’.

Come sottolineato da Tossicodipendenza.org: una persona che fa uso di eroina, metadone e morfina, ha le pupille “a spillo”, con gli occhi molto lucidi.

Una caratteristica di queste droghe è che la persona si gratta continuamente in varie parti del corpo. Tende ad addormentarsi ogni qualvolta si trova a leggere, a guardare la televisione o semplicemente quando non sta facendo niente. Perde l’appetito e beve molti liquidi.

Un altro sintomo, specialmente all’inizio della dipendenza di questa droga, è il vomito. Chi fa uso di eroina e morfina dimagrisce a vista d’occhio. Questo è dovuto principalmente alla droga che sta assumendo per la mancanza di appetito che provoca.

La persona che usa metadone, in molti casi tenderà gonfiarsi: questa è una caratteristica della droga chimica. La persona si gonfia, non ingrassa.

Una persona che fa uso di cocaina o di anfetamina ha sbalzi di umore molto veloci.

Può passare da uno stato di iperattività e di euforia ad uno stato di abulia, in maniera così veloce da lasciare attonita la persona vicina a lui. I suoi occhi sono molto lucidi, e quasi spiritati. Parla in continuazione e in moltissimi casi ha labbra e lingua molto pallidi. Muove la bocca in continuazione, come se stesse masticando anche se non ha nulla in bocca.