Quali sono i campanelli d’allarme della sclerosi multipla?

Se vuoi sapere tutti i possibili segnali della sclerosi multipla, un'importante patologia neurodegenerativa, continua nella lettura.

Se vuoi sapere tutti i possibili segnali della sclerosi multipla, un’importante patologia neurodegenerativa, continua nella lettura.

Sclerosi multipla: cos’è?

Ci sono dei segnali che possono essere colti prima di ricevere la diagnosi di sclerosi multipla, una malattia che si può definire giovanile visto che il suo esordio rientra tra i 20 e i 50 anni.

E non si tratta di una forma di demenza quanto di una malattia cronica che colpisce il sistema nervoso centrale causando l’interruzione dei segnali tra il cervello, il midollo spinale e il nervi ottici.

Cosa avviene fisiologicamente?

Il sistema immunitario (il sistema principe della difesa del nostro corpo), attacca in modo anormale la guaina mielinica (struttura biancastra multilamellare e con funzioni isolanti, che avvolge gli assoni dei neuroni, formando la fibra nervosa), causando così un aumento dell’infiammazione.

Come nel caso delle demenze, anche per la sclerosi multipla vi sono diverse forme, quelle più diffuse sono a ricadute e remissioni e quella primariamente progressiva.

Ciò che può stupire è che questa malattia può progredire anche in assenza di segni e sintomi. La ricerca delle cause è ancora in fase di studio.

I campanelli d’allarme

Prestare attenzione ai campanelli d’allarme della sclerosi multipla potrà condurvi ad una visita prima di un suo progressivo sviluppo. Sarà un medico specializzato a discernere i sintomi da altre possibili patologie.

1) Debolezza, potresti sentirti affaticato e muoverti con lentezza. Potresti sentire anche un senso di stanchezza alle gambe. Quello che può fare la differenza nel riconoscere questo sintomo è il vostro stato ‘pre debolezza’, ovvero: vi sentivate più attivi?

2) Mancanza di equilibrio, è il caso di tremori e instabilità quando si sta alzati. Potresti perdere l’equilibrio ed aver bisogno di un appoggio a causa dei capogiri senza nessun apparente motivo riscontrabile.

3) Coordinazione instabile che coinvolge gli arti: hai notevoli difficoltà a gestire il movimento, non è sotto il tuo diretto controllo.

4) Problemi di vista, possono manifestarsi all’improvviso e in differenti modi: ‘mosche volanti’, vista offuscata, cambiamenti nella percezione dei colori, sensazione di un oggetto estraneo negli occhi, problemi con la vista in un occhio.

5) Problemi con la parola e la deglutizione, potresti accorgerti di parlare in maniera lenta, potresti assistere a cambiamenti della voce, ad avere difficoltà nell’articolare un discorso.

6) ‘Scossa elettrica‘, senti delle sensazioni molto sgradevoli in diverse parti del corpo, simili proprio ad una scossa elettrica.

7) Problemi alla vescica (incontinenza) puoi accorgerti dei cambiamenti delle tue abitudini ad urinare nonostante le abitudini nell’assunzione di liquidi non sia cambiata.

8) Alterazioni cognitive, in questo caso noterai una perdita della memoria a breve termine e la tua capacità di concentrazione sarà ridotta.