Qual è la tisana per far abbassare il colesterolo?

Tisane utilizzate da secoli a scopo terapeutico, tante ancora le proprietà che in alcune di esse ne favoriscono l'abbassamento del colesterolo.

Foto di vidiaviola da Pixabay

Tisane utilizzate da secoli a scopo terapeutico, tante ancora le proprietà che in alcune di esse ne favoriscono l’abbassamento del colesterolo e dei trigliceridi alti.

Abbassare il colesterolo a partire da una dieta equilibrata

Hai il colesterolo alto e vuoi provare altri rimedi per abbassarlo: sei nel posto giusto perché ti proporremo una tisana che potrebbe fare al caso tuo.

Questo ovviamente non deve sostituire la sana e corretta alimentazione a cui sarai sottoposto da qualche tempo, a quella dieta anti-colesterolo equilibrata a basso contenuto di grassi saturi prediligendo i grassi monoinsaturi (olio extravergine di oliva ad es.) o gli acidi grassi polinsaturi (sgombro, tonno, frutta secca) e non per ultimo frutta e verdura.

È importante che il colesterolo rimanga entro certi limiti per non diventare un pericolo per la tua salute. Ricordiamo infatti che un colesterolo totale e ‘cattivo’ molto alto potrebbe indurre allo sviluppo di rischi cardiovascolare (ictus, infarto e ateriosclerosi), è importante – altresì – un controllo regolare dei valori ematici del colesterolo.

La tisana per abbassare il colesterolo alto

Decidiamo di parlare di tisana anti-colesterolo anche perché ci avviciniamo alle feste natalizie, un periodo dove gli eccessi si ‘auto consentono’.

È la volta del carciofo e la cicoria, tra le loro proprietà ci sono quelle depurative e della stimolazione della digestione così come la bardana (una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Asteraceae) che ha la capacità di disintossicare da scorie e tossine, il tarassaco (una pianta a fiore appartenente alla famiglia delle Asteracee) molto diuretico e il cardo mariano che aiuta il fegato.

Un’insieme di tutti questi ingredienti è la giusta composizione per fare una tisana per abbassare i livelli di colesterolo.

Vi serviranno mezzo cucchiaino di tarassaco (radice), mezzo cucchiaino di bardana (radice), mezzo cucchiaino di 1 foglia di carciofo, mezzo cucchiaino di semi di cardo mariano e in ultimo mezzo cucchiaino di cicoria (foglie).

Ecco il procedimento:

1) In 200 ml di acqua mettete insieme alla radice di tarassaco, la radice di bardana e i semi di cardo mariano;
2) Una volta acceso il fuoco, fai bollire per 5 minuti.
3) Una volta spento il fuoco aggiungi anche le foglie di cicoria e carciofo.
4) Adesso lascia tutto in infusione per 10 minuti, dopo di ciò puoi filtrare tutto e bere lentamente.

Ogni quanto bere questa tisana? Anche 2 volte al giorno per 15 giorni, al mattino al digiuno o lontano dai pasti.

Avvertenze

Fare attenzione alla presenza di ipersensibilità ad uno degli ingredienti in elenco, il tarassaco inoltre non è indicato in coloro che soffrono di gastrite e reflusso gastro-esofageo. Il cardo mariano non va consumato in caso di pressione alta, calcoli epatici, biliari. Non assumere durante la gravidanza e l’allattamento.

Ad ogni modo, chiedete sempre consiglio al vostro medico di fiducia.