Prurito ai testicoli, perché avviene? Come farlo sparire? I consigli

Molti uomini non parlano di questo fastidioso sintomo che provano: il prurito ai testicoli. Come risolverlo? 6 cause e consigli.

Molti uomini non parlano di questo fastidioso sintomo che provano: il prurito ai testicoli. Come risolverlo? 6 cause e consigli.

Prurito ai testicoli, cause e modi per farlo sparire

Molti uomini potrebbero riconoscere una tra le 6 cause che andremo ad elencare del proprio prurito ai testicoli. A volte, anche parlarne con il proprio medico di base può essere imbarazzante, tuttavia sappiate che non è così insolito.

1. Sfregamento

Anche una semplice corsa o una camminata veloce possono procurare irritazione alle cosce. Lo sfregamento può provocare infiammazioni e minuscole crepe nello strato esterno della pelle, causando bruciore o prurito.
Cosa fare? Utilizza creme idratanti oppure gel di aloe vera o l’olio d’oliva da applicare delicatamente nella zona interessata.

2. Dermatite da contatto

La dermatite da contatto è un’infiammazione della pelle causata dal contatto diretto con sostanze irritanti (dermatite da contatto irritante) o allergeni (dermatite allergica da contatto). I sintomi comprendono prurito e talvolta dolore urente.
Bisogna indagare sulla causa che potrebbe essere l’ammorbidente, come il sapone o l’asciugamani o anche lo slip stesso.
Cosa fare? Evitare il contatto eliminando la causa.

3. Infezioni fungine

Le infezioni fungine al glande sono causate, nella quasi totalità dei casi, da Candida albicans, micete contratto per lo più attraverso rapporti sessuali non protetti. Anche l’utilizzo promiscuo di asciugamani o biancheria intima infetta può favorire l’infezione da Candida. Bisogna fare un trattamento con antimicotici specifici associando, se necessario, antifungini ad azione sistemica.

4. Verruche genitali

Quando si parla di verruche, si parla inevitabilmente di HPV (Papillomavirus Umano) che si presenta con escrescenze morbide.
La verruca è locale ma il virus è sistemico. Bisogna recarsi dallo specialista che indicherà il trattamento migliore (se farmacologico o rimozione chirurgica).

5. Herpes

Anche in questo caso, non è una condizione da sottovalutare ma da attenzionare al medico. L’Herpes genitale è un’infezione dovuta all’Herpes simplex virus (HSV) e la trasmissione avviene soprattutto tramite rapporti sessuali non protetti.
L’Herpes si presenta con piccole papule o vescicole tondeggianti, spesso dolorose e riunite “a grappolo”. Generalmente, la comparsa di queste lesioni cutanee è preceduta da sensazione di bruciore e formicolio a livello dello scroto. Segue prurito e può evolvere in ulcere dolorose; è contagiosa.
Il trattamento è a base di farmaci antivirali (aciclovir o il valaciclovir cloridrato).

6. Pidocchi

Occhio ben attento ai puntini bianchi o giallastri vicino alle radici dei peli pubici e al prurito intenso, quelli sono uova di pidocchi.
Una volta che le uova si schiudono, i parassiti sono di colore grigio-bianco o marrone chiaro e possono causare un bel po‘ di prurito e irritazione. In questo caso, è importante consultare il medico il prima possibile per una diagnosi accurata. Il trattamento dei pidocchi contiene in genere l’uso di una lozione o uno shampoo che contiene permetrina o piretrina che uccide i pidocchi.

Se volete restare aggiornati, seguiteci su Facebook cliccando qui.

LEGGI ANCHE: Influenza suina, come si contrae? Quali sono i sintomi?