Presenza di Listeria, Ministero della Salute annuncia richiamo di formaggio: marca e lotto

Il Ministero della Salute ha annunciato l’immediato stop alla vendita di un lotto di formaggio per possibile rischio microbiologico per i consumatori.

L’allerta alimentare, lanciata attraverso il portale del Ministero dedicato agli avvisi di sicurezza e ai richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori, riguarda alcune forme di formaggio a pasta semicotta prodotto esclusivamente con latte vaccino a marchio “FORMAI DE MUT DELL’ ALTA VAL BREMBANA D.O.P.” commercializzato da PAGANONI GIANFRANCO – VIA TORCHIO, 3 – ISOLA DI FONDRA (BG).

Come recita l’avviso datato 5 gennaio, il ritiro del formaggio si è reso necessario per la presenza di Listeria Monocytogens.

Il prodotto interessato dall’avviso di richiamo è quello con i lotti del 30/06/20 – 02/07/20 – 24/06/20 – 01/07/20 – 28/06/20 – 25/06/20 – 03/07/20 – 06/07/20 – 05/07/20 – 08/07/20 – 07/07/20 – 22/06/20 venduto sfuso, in forme intere. Il formaggio a pasta semicotta fatto esclusivamente con latte vaccino è prodotto presso l’azienda di trasformazione del latte nello stabilimento in localita’ Alpe Torragella snc, Moio De Calvi (BG).

A scopo precauzionale, Giovanni D’Agata presidente dello Sportello dei Diritti, raccomanda a chiunque lo avesse acquistato, di non consumare il prodotto richiamato e di riconsegnarlo al punto vendita dove sarà rimborsato, anche senza presentare lo scontrino.

Tuttavia si ricorda che l’autorità, in questo caso il Ministero della Sanità, può anche stabilire la revoca del ritiro e del richiamo dei prodotti.

La Listeria monocytogenes è un batterio che può contaminare diversi alimenti crudi, tra cui latte, verdura, formaggi molli e sopratutto carni crude e poco cotte. È il responsabile della listeriosi, una malattia infettiva che può provocare nausea, vomito e diarrea, ma anche infezioni molto più gravi come setticemia o meningite.