Polmonite: sintomi, soggetti a rischio e prevenzione

La polmonite è un termine usato per descrivere l'infiammazione di uno o di entrambi i polmoni, comunemente causata da batteri ma anche da virus e funghi.

0

La polmonite è un termine usato per descrivere l’infiammazione di uno o di entrambi i polmoni, comunemente causata da batteri ma anche da virus e funghi.

La gravità della condizione dipende dall’età del paziente, dalla causa dell’infiammazione e dalla salute generale. La maggior parte degli adulti sani si riprende in poche settimane ma la polmonite può causare gravi complicazioni a chi è troppo giovane, troppo vecchio o con particolari condizioni di salute sottostante.

I SINTOMI

I sintomi comuni della polmonite includono:

  • tosse (secca o con muco);
  • mancanza di respiro e respiro affannoso;
  • febbre;
  • brividi che fanno tremare;
  • dolore toracico, che peggiora si respira o si tossisce;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • perdita di appetito.

Altri sintomi includono mal di testa, debolezza e affaticamento, nausea, vomito e cambiamenti nello stato mentale (più comune nelle persone anziane).

Se si notano i sintomi della polmonite, contattare immediatamente il medico.

I SOGGETTI PIÙ A RISCHIO

Alcuni gruppi di persone hanno maggiori probabilità di sviluppare polmonite e le condizioni possono essere più gravi.

  • bambini di età pari o inferiore a 2 anni;
  • persone di età pari o superiore a 65 anni;
  • persone che fumano;
  • persone il cui sistema immunitario è indebolito (HIV / AIDS e malati di cancro);
  • individui con altri problemi di salute, come asma, fibrosi cistica, diabete e malattie cardiache e renali.

PREVENZIONE

Esistono dei modi per ridurre il rischio di polmonite.

  • vaccinarsi contro la polmonite e l’influenza;
  • smettere di fumare;
  • lavarsi regolarmente le mani con acqua e sapone;
  • rafforzare il sistema immunitario con un regolare esercizio fisico, un’alimentazione sana e un riposo adeguato.

Commenti