Pilota guarisce dal coronavirus dopo 243 giorni di ricovero

Un pilota britannico ha esultato mentre è stato dimesso dall'ospedale in Texas (USA) dopo essere stato curato per il coronavirus per 243 giorni.

Un pilota britannico ha esultato mentre è stato dimesso dall’ospedale in Texas (USA) dopo essere stato curato per il coronavirus per 243 giorni.

Si tratta di Nicholas Synnott che lavora per la British Airways e si è ammalato dopo essere arrivato a Houston lo scorso marzo.

Il 59enne è stato ricoverato all’UT Health and Memorial Hermann Hospital della città, dove è stato collegato a un ventilatore e a una macchina per il cuore e i polmoni. È stato curato lì per otto mesi, con la moglie Nicola, 54 anni, al suo fianco tutti i giorni.

Il cardiologo Biswajit Kar alla stampa locale ha affermato: «Ogni organo del suo corpo è stato colpito dal COVID-19. Tuttavia, dal momento che la sua salute era buona come pilota prima della malattia, ha potuto sopportare tutto questo ed è sopravvissuta a qualcosa di così grave. Ora siamo gioiosi».

Synnott è stato dimesso dall’ospedale prima di Natale e ora è tornato a casa nel Regno Unito. Foto e video dall’ospedale lo hanno mostrato mentre gioiva e abbracciava i membri del personale.

Synnott ha detto ai giornalisti che è stato in grado di riprendersi «con il sostegno di mia moglie e il pensiero di tornare dai miei figli. È stato un viaggio difficile ma siamo arrivati ​​dove siamo».

Il pilota ha detto che vorrebbe recarsi di nuovo a Houston per ringraziare tutti coloro che lo hanno aiutato e per visitare lo zoo della città che vedeva dalla sua finestra ogni giorno.