Perché ho sempre sete? Le 6 possibili cause

Avere sete è un desiderio fisiologico perché ci richiama all’introduzione dei liquidi nell’organismo. Tuttavia quando è troppa bisogna comprenderne le ragioni.

Ho troppa sete: le cause

Introdurre i liquidi nell’organismo è di essenziale importanza, ricordiamo che siamo composti per una grande percentuale da acqua (che varia poi con l’avanzare dell’età). Tuttavia, una sete eccessiva ed immotivata può portare all’attenzione medica.

La sete è un segnale che ‘parla’ della necessità di reintrodurre i liquidi persi (con il calore, il sudore, l’esercizio fisico o in seguito all’aver mangiato dei cibi salati). Bere, in questi casi, comporta un senso di ripresa, di sazietà.

Quando la sete è continua fino a spingere a bere indefinite quantità di acqua perché ‘non sazia’ si parla di polidipsia.
La frase tipica che potrai pronunciare è ‘ho sempre sete e non mi disseto’.

Quali sono le possibili cause di una sete insaziabile?

1) Disidratazione: è il tuo corpo a non avere abbastanza liquidi per compiere quelle attività essenziali. La disidratazione può presentarsi in seguito al vomito, la diarrea, l’esercizio fisico e la sudorazione.

Questa condizione può essere accompagnata anche da altri segni come la presenza di urina scura, bocca asciutta, pelle secca, mal di testa, sensazione di stanchezza.

2) Diabete mellito: solitamente la sete che non disseta è un sintomo di diabete ed è data da un accumulo di zuccheri perché il corpo non dispensa abbastanza insulina e cosa succede? Che il glucosio viene espulso tramite le urine, perdendo acqua e ritrovandosi nella condizione di disidratazione. Il desiderio di bere aumenta.

Altri sintomi del diabete sono: visione offuscata, sentirsi stanco, avere fame e tagli lenti a guarire.

3) Diabete insipido: il suo nome potrebbe trarre in inganno perché non si riferisce al diabete di tipo 1 o al diabete di tipo 2. Questa condizione si presenta quando l’ormone antidiuretico (la vasopressina o diuretina) non viene più prodotta ai livelli standard dalla neuroipofisi non regolando più l’equilibrio idroelettrolitico dell’organismo: la minzione sarà frequente.

4) Colpo di calore: questo accade quando ti esponi a forti fonti di calore che superano i 39,4°. In questi casi la pelle diventa secca e non sudi, piuttosto si verificano una serie di sintomi quali confusione e irritabilità, vertigini, crampi, convulsioni fino alla perdita di coscienza.

5) Bocca asciutta: c’è una produzione di minore quantità di saliva da parte delle ghiandole preposte e questo aumenta il tuo senso di sete. Può essere dovuto dall’assunzione di farmaci o altre condizioni che possono andare dal fumo di sigaretta al cancro.

6) Anemia: il numero di globuli rossi nel corpo non è sufficiente a dispensare ossigeno a organi e tessuti del corpo.