Pasto sostitutivo per dimagrire, funziona?

Cosa sono i sostituti del pasto, come si prendono e quando possono essere utilizzati?

0
barrette

Cosa sono i sostituti del pasto, come si prendono e quando possono essere utilizzati?

Si tratta perlopiù di barrette e frullati dietetici, arricchiti di tutti i nutrienti necessari al sostentamento del nostro organismo, come vitamine, sali minerali, proteine e nelle giuste quantità anche carboidrati e grassi.

La loro formulazione con un basso contenuto di grassi, zuccheri e calorie aiuta a perdere peso, soddisfacendo il fabbisogno energetico e nutritivo.

Tra i sostitutivi del pasto più usati al mondo troviamo sicuramente quelli di Juice Plus Dieta Detox ed Herbalife Nutrition, due aziende leader nel settore che offrono una vasta gamma di integratori alimentari.

Il pasto sostitutivo per dimagrire fa male? Possono usare tutti questi prodotti?

Vediamo di fare un pò di chiarezza sull’argomento.

Sostituti del Pasto per Dimagrire Funzionano?

I sostituti del pasto sono prodotti che favoriscono il dimagrimento ma che non devono sostituire totalmente la nostra alimentazione.

Come specificato da tutte le aziende che commercializzano questi prodotti, non bisogna abusarne ma utilizzarli secondo le giuste quantità.

Un errore molto comune, infatti, è proprio quello di pensare che questi alimenti sostitutivi possano essere assunti al posto di una corretta alimentazione.

Solitamente a chi vuole perdere peso viene consigliato di fare almeno 5 pasti al giorno tra colazione, spuntino a metà mattina, pranzo, merenda e cena.

L’ideale è assumere i sostituti del pasto almeno due volte al giorno per ridurre il numero di calorie giornaliere ingerite, senza rinunciare alla sana alimentazione.

Assunti in modo corretto e secondo le indicazioni dell’azienda produttrice, i sostituti del pasto non solo non fanno male ma aiutano in modo efficace chi ha difficoltà a perdere peso.

Mangiare sostituti del pasto inoltre è utile anche in caso di carenze alimentari, proprio perché sono ricchi di vitamine e sali minerali.

Si può scegliere tra le barrette da sgranocchiare a colazione o a pranzo disponibili in tantissimi gusti, le zuppe vegetali oppure optare per i classici frullati che si possono arricchire con frutta fresca e cereali, ottimi per la colazione ma anche per sostituire il pranzo o la cena.

Dieta: Cosa Mangiare per DimagrireI sostituti del pasto sono un grande aiuto per chi vuole perdere peso ma non sono sufficienti se non si segue un’alimentazione sana ed equilibrata durante i pasti liberi.

Cosa mangiare durante i pasti liberi per dimagrire?

Da evitare assolutamente dolci, bevande gassate zuccherate, fritture e grassi animali come il burro.

Limita l’assunzione di carboidrati soprattutto la sera, preferendo sempre le farine integrali anche per pane che pasta.

L’ideale è consumare la pasta due volte a settimana solo a pranzo, mangiare ogni giorno cereali integrali, limitare la carne rossa a 1-2 volte a settimana, la carne bianca come il pollo o il tacchino 2 volte a settimana, mentre il pesce anche 3-4 volte a settimana.

Mangia molta frutta e verdura fresca e bevi almeno 2 litri di acqua al giorno.

L’acqua è fondamentale per depurare l’organismo, ridurre la ritenzione idrica e favorire il dimagrimento.

Commenti