Orzaiolo: cos’è e due rimedi casalinghi per farlo andare via

L'orzaiolo si può svilluppare se ci tocchiammo gli occhi senza prima lavarci le mani, se lasciamo il trucco di notte o se ne usiamo uno vecchio.

L’orzaiolo è simile a un brufolo che si forma sulla palpebra inferiore o superiore a causa di una ghiandola bloccata o ostruita da una sostanza estranea, ragione per cui i batteri possono crescere al suo interno.

L’orzaiolo si può svilluppare se ci tocchiammo gli occhi senza prima lavarci le mani, se lasciamo il trucco di notte o se ne usiamo uno vecchio.

Come sbarazzarsi dell’orzaiolo?

Esistono pochi metodi provati e affidabili.

Impacchi caldi

Gli impacchi caldi possono essere utilizzati soltanto se il processo infiammatorio è localizzato. Quindi, proviamo questo metodo solo quando vediamo un nucleo di pus con forti bordi chiari. Si raccomanda, comunque, di, consultare preventivamente il proprio medico.

Quindi, riscaldiamo l’acqua filtrata da una stufa o da un bollitore. Immergeriamo un panno pulito nell’acqua e strizziamo quella in eccesso. Mettiamo il panno sugli occhi e rilassiamoci per qualche minuto. Ripettiamo tutte le volte che vogliamo.

Bustina di tè

Possiamo usare il tè verde o il tè nero per questo trattamento e poiché tutti abbiamo il tè a casa, non dovremo uscire per comprare nulla.

Bolliamo l’acqua e lasciamola raffreddare fino a quando non è possibile gestirla sulla pelle. Immergiamo la bustina del tè e applichiamola sulla palpebra interessata. Teniamo saldamente la bustina di tè sulla palpebra per 10 minuti. Ripetere 5 volte al giorno.

Ricordiamo che l’orzaiolo è innocuo nella maggior parte dei casi: scompare entro pochi giorni o una settimana. Tuttavia, se notiamo che sono passate 48 ore e non sembra che stia migliorando, si consiglia di fissare un appuntamento con il proprio medico.