Nervi infiammati e nevralgie: i sintomi, le cause e i trattamenti

Hai un dolore localizzato che non passa ma che va ad aumentare, senti debolezza muscolare, forse i tuoi nervi sono infiammati.

Hai un dolore localizzato che non passa ma che va ad aumentare, senti debolezza muscolare, forse i tuoi nervi sono infiammati ed hanno bisogno di un trattamento.

Nervi infiammati: sintomi, cause e rimedi

Avere i nervi infiammati non è sinonimo di irrisoluzione, piuttosto spesso è una manifestazione curabile ma può anche essere la spia di un problema più importante che sottintende patologie correlate.

In termini specifici si parla di nevralgia quando un nervo si infiamma e può andare incontro a dolore provocato da un danneggiamento o un’irritazione del nervo stesso.

I nervi sono parti essenziali e fondamentali del nostro corpo si potrebbero pensare come a dei fili elettrici che sono collegati al nostro cervello che elabora le informazioni in entrata.

Se ne riconoscono di diversi tipi:

1) Nervi motori: sono quelli che terminano nei muscoli o nelle ossa e ne permettono i movimento.
2) Nervi sensoriali: terminano nel sottopelle e ci permettono di provare le sensazioni tattili.
3) Nervi misti: chiamati così perché ricevono informazioni sia motorie che sensoriali.
4) Nervi autonomi: funzionano senza la volontà del soggetto (come lo svuotamento della vescica).

Abbiamo deciso di parlare prima dei nervi per farvi comprendere come la sintomatologia possa cambiare in base al tipo di nervo infiammato, difatti se il nervo coinvolto è di tipo sensoriale o misto sentirai dolore intenso, negli altri casi invece questo sintomo potrà non esserci.

Ogni zona del corpo può essere colpita dalla nevralgia ma quelle più frequenti riguardano:

1) Nevralgie del trigemino.
2) Nevralgie del glossofaringeo.
3) Occipitale.
4) Post herpetica.

Ad accumunare tutti questi casi è proprio la presenza del dolore intenso. Altri sintomi possono essere ridotta sensibilità, formicolio, debolezza muscolare nella zona del nervo infiammato.

Le cause dei nervi infiammati si raggruppano in due categorie: di origine neurologica o di origine nervosa.

Nel primo caso può dipendere da una patologia a livello del sistema nervoso centrale (sclerosi multipla, neoplasie cerebrali benigne o maligne, ateriosclerosi).

Nel secondo caso l’infiammazione può essere stata causata da un trauma o da altre cause ormonali (come disfunzioni endocrine), da disfunzioni di un organo, malattie autoimmuni, malattie infettive rilevanti, patologie muscolo scheletriche, nutrizione alterata.

Magari hai provato dei rimedi da banco e non hanno funzionato, il dolore persiste, cosa puoi fare?
Devi recarti da un medico di base affinché vi sia una diagnosi differenziale.

Solitamente il percorso diagnostico è composto da un’anamnesi, dalle analisi del sangue, TAC al cervello o nella zona dolente, consulenza neurologica, elettromiografia.

Sarà dopo questa serie di controlli che si potrà arrivare al trattamento personalizzato: nel caso di neuriti nervose si procederà farmacologicamente o chirurgicamente.

Se invece il nervo è infiammato a causa di una patologia sottostante, si andrà ad agire su quella.