Vedete sempre delle mosche volanti? Ecco cosa sono le miodesopsie

Hai notato linee o punti che fluttuano nel tuo campo visivo? Sono le cosiddette mosche volanti (ovvero miodesopsie). Cosa devi sapere.

0

Hai notato linee o punti che fluttuano nel tuo campo visivo? Sono le cosiddette mosche volanti (ovvero miodesopsie).

Per capire cosa siano veramente le mosche volanti, accenniamo all’anatomia dell’occhio. I bulbi oculari sono pieni di una sostanza vitrea, traslucida con consistenza gelatinosa che mantiene la forma degli occhi e lascia passare la luce attraverso di essi. Le mosche volanti compaiono quando piccoli frammenti si formano all’interno delle ombre vitreali che vengono proiettate sulla retina.

Le mosche volanti sono molto comuni, specialmente negli anziani. Nella maggior parte dei casi, rappresentano solo un leggero fastidio. Ci sono situazioni, però, in cui le mosche volanti possono essere segno di un serio problema agli occhi che richiede un trattamento immediato per salvare la vista.

Nella stragrande maggioranza dei casi, le mosche volanti sono il risultato di cambiamenti associati all’età nel corpo vitreo. Invecchiando, la sostanza all’interno dei bulbi oculari diventa più liquida e si restringe. Nel processo, le minuscole fibre nel vitreo possono aderire e apparire come mosche volanti.

Altre cause più gravi delle miodesopsie:

  • infezione all’occhio;
  • sanguinamento negli occhi;
  • rottura della retina;
  • distacco della retina.

In questi casi è necessario un trattamento tempestivo per prevenire la perdita della vista in maniera irreversibile.

A volte, le mosche volanti possono comparire dopo un intervento chirurgico agli occhi.

QUANDO ANDARE DAL MEDICO

Nella maggior parte dei casi, le miodesopsie non sono motivo di preoccupazione. Ma bisogna consultare un medico o un oculista il prima possibile se:

  • mosche volanti che sono apparse improvvisamente;
  • le mosche volanti si verificano insieme a lampi di luce;
  • perdita di vista laterale;
  • dolore agli occhi;
  • mosche volanti e altri sintomi comparsi dopo la chirurgia oculare o delle lesioni agli occhi.

PERSONE A RISCHIO

Le mosche volanti sono più comuni nei seguenti gruppi di persone:

  • individui di età pari o superiore a 50 anni;
  • persone con il diabete;
  • persone miopi;
  • chi ha subito un intervento chirurgico agli occhi o traumi.

TRATTAMENTO

Le miodesopsie raramente necessitano di trattamento, a meno che non siano causate da qualcosa di grave e / o interferiscano con la vista.

In caso di mosche volanti associate all’età che non bloccano la vista, bisogna semplicemente abituarsi. Spostare gli occhi su e giù può aiutare a farle uscire dal campo visivo, anche se temporaneamente.

In altri casi, il trattamento dipende dalla causa. In caso di molte mosche volanti che impediscono di vedere bene, la vitrectomia potrebbe essere un’opzione. Durante questa procedura, un oftalmologo rimuove il vitreo e riempie l’occhio con una soluzione salina. La vitrectomia non viene utilizzata a meno che i potenziali benefici di questa procedura superino i rischi (sanguinamento, lacrime della retina e cataratta).

Commenti