Morta dopo una cena al ristorante, ecco cosa potrebbe averla uccisa

Ci sono sviluppi nelle indagini sulla morte di Chiara Ribechini, la 24enne si è sentita male poco dopo aver cenato in un ristorante.

0

Ci sono sviluppi nelle indagini sulla morte di Chiara Ribechini, la 24enne si è sentita male poco dopo aver cenato in un ristorante a Colleoli di Palaia, in Toscana, a causa di una reazione allergica.

Come si apprende da varie testate, infatti, i sospetti principali sono concentrati su una bruschetta di pane che è stata prodotta fuori dall’azienda agricola che ospita il ristorante.

Oltre alla bruschetta, la ragazza ha mangiato una vellutata di piselli in crosta di pane e penne al ragù di cinghiale.

I dubbi sono ricaduti sulla bruschetta, perché la 24enne aveva già mangiato le altre due pietanze, cucinate con materie prime. Inoltre, la ragazza era solita andare a cena solo in quei ristoranti dov’era certa che poteva mangiare, dal momento che sapeva di essere allergica ad alcuni prodotti alimentari.

A nulla, purtroppo, sono serviti i farmaci che la giovani portava con sé da assumere in caso di problemi.

In attesa di saperne di più, i Carabinieri hanno sequestrato la cucina del locale. Inoltre, è stata disposta l’autopsia sul corpo della giovane, esame necessario per determinare la causa dello shock anafilattico che l’ha uccisa.

Commenti