Le persone con diabete possono mangiare la pizza?

Se hai il diabete e vorresti mangiare la tua pizza preferita è forse il caso di leggere questo articolo, la risposta è quella che non ti aspetti.

Se hai il diabete, probabilmente hai sentito dire che dovresti evitare o ridurre il consumo di determinati cibi e bevande, comprese le bevande zuccherate, i cereali raffinati e le caramelle.

Naturalmente, è meglio che tutti, non solo quelli con diabete, seguano una dieta ricca di nutrienti e cibi integrali che contenga molte proteine, grassi sani e fibre.

Detto questo, a volte, le persone con diabete possono gustare cibi che sono spesso considerati “malsani”, inclusa la pizza.

Questo articolo spiega come le persone con diabete possono mangiare la pizza in sicurezza e fornisce suggerimenti per abitudini alimentari sane per le persone con diabete.

La pizza è sicura per le persone con diabete?

La risposta breve a questa domanda è sì, le persone con diabete possono gustare tutti i tipi di pizza.

Tuttavia, è una buona idea per tutte le persone, non solo per quelle con diabete, limitare l’assunzione di pizza. Ecco perché.

perche la pizza fa venire sete

Ad alto contenuto di carboidrati raffinati e totali

Indipendentemente dal fatto che tu abbia il diabete, gli operatori sanitari generalmente raccomandano di limitare l’assunzione di carboidrati raffinati, compresa la farina bianca utilizzata per preparare la crosta della pizza.

Ma le persone con problemi di gestione della glicemia, come quelle con diabete, devono essere particolarmente consapevoli delle quantità di carboidrati raffinati e totali che stanno consumando.

I cereali raffinati vengono privati ​​di alcuni nutrienti come proteine ​​e fibre e hanno un effetto maggiore sui livelli di zucchero nel sangue.

D’altra parte, i cereali integrali non raffinati o altre fonti di carboidrati nutrienti, come frutta ricca di fibre e verdure amidacee, tendono a influenzare meno i livelli di zucchero nel sangue.

Inoltre, la ricerca ha collegato le diete ricche di carboidrati raffinati e alimenti ultra-elaborati come le pizze surgelate con quanto segue:

  • un aumento del rischio di diabete di tipo 2
  • livelli più alti di zucchero nel sangue a digiuno
  • emoglobina A1c più alta — un indicatore della gestione della glicemia a lungo termine

In generale, se hai il diabete, è una buona idea monitorare l’assunzione totale di carboidrati, compresi i tipi di carboidrati che stai consumando. Questo perché i carboidrati sono il macronutriente che ha l’effetto maggiore sui livelli di zucchero nel sangue.

A seconda del tipo, una fetta di pizza al formaggio da 100 grammi può contenere circa 30 grammi, o due porzioni, di carboidrati, fornendo una quantità relativamente piccola di proteine ​​e fibre minime.

Tieni presente che il contenuto di carboidrati di una fetta di pizza può essere molto più alto a seconda dello spessore della crosta, delle dimensioni della fetta e dei condimenti.

Quindi, se dovessi mangiare due fette di pizza al formaggio, potresti consumare circa quattro porzioni, o 60 grammi, di carboidrati, che è una quantità significativa.

Ad alto contenuto di sodio

La pizza può essere molto ricca di sodio, il che può essere problematico per alcune persone, specialmente quelle con diabete.

Ad esempio, due fette (200 grammi) di pizza al formaggio contengono 1.248 mg di sodio, che è più del 50% del limite giornaliero raccomandato di sodio di 2.300 mg.

Questa è una preoccupazione perché le persone con diabete di tipo 2 hanno maggiori probabilità di avere la pressione alta, che può essere influenzata da un’elevata assunzione di sale.

Ad alto contenuto di grassi saturi

Le stesse due fette (200 grammi) di pizza al formaggio forniscono 10 grammi di grassi saturi.

Una dieta ricca di grassi saturi può anche peggiorare il diabete contribuendo alla resistenza all’insulina, che influisce negativamente sulla gestione della glicemia.

Tuttavia, questo non significa che le persone con diabete debbano evitare del tutto la pizza.

Significa semplicemente che dovresti considerare di moderare l’assunzione di pizza, così come di altri cibi ricchi di carboidrati raffinati, e che la maggior parte della tua dieta dovrebbe comprendere cibi integrali e ricchi di nutrienti.

Quali sono i migliori tipi di pizza per le persone con diabete?

Per essere chiari, una persona con diabete può tranquillamente avere qualsiasi tipo di pizza che desidera occasionalmente, anche se non è l’opzione più nutriente.

Tuttavia, in generale, è meglio che le persone con diabete (e tutti gli altri) consumino principalmente cibi integrali e ricchi di nutrienti, tra cui verdure, frutta, fonti proteiche come pesce e pollo, oltre a fagioli, noci e semi.

Quando si scelgono i carboidrati, è meglio optare per fonti di carboidrati nutrienti per la maggior parte del tempo. Questi includono frutta, verdure non amidacee e cereali integrali, come avena, riso integrale e grano saraceno.

Se ordini la pizza, ci sono alcuni modi per rendere la tua fetta un po’ più nutriente e rispettosa degli zuccheri nel sangue.

Ingredienti da scegliere

Quando decidi una fetta, opta per condimenti come questi:

Per la fibra: verdure grigliate, comprese zucchine, peperoni, olive, carciofi e pomodori secchi
Per le proteine: pollo arrosto, mozzarella fresca
Per i grassi sani: olive, pinoli

Anche la scelta di una crosta di cereali integrali o di farina di mandorle o cavolfiore può aumentare l’apporto di fibre.

Inoltre, una crosta fatta con farina di mandorle o verdure come il cavolfiore tende ad essere molto più povera di carboidrati rispetto alla pizza normale e influenzerà la glicemia in modo meno significativo rispetto alle croste fatte con farina bianca o integrale.

Tieni presente che alcune pizze a basso contenuto di carboidrati, come quelle pubblicizzate per le persone che seguono una dieta chetogenica, possono essere molto ricche di calorie perché in genere sono molto più ricche di grassi rispetto alla pizza normale.

Ingredienti da limitare

È perfettamente salutare gustare una fetta della tua pizza preferita di tanto in tanto, anche se contiene ingredienti come formaggio extra o peperoni.

Detto questo, se vuoi rendere la tua fetta più sana, è meglio limitare alcuni ingredienti.

Ecco alcuni ingredienti a cui prestare attenzione:

  • carni lavorate come pancetta, prosciutto e salsiccia;
  • pollo fritto e verdure fritte come melanzane fritte;
  • topping extra di formaggio e croste di pizza ripiene di formaggio;
  • condimenti dolci come salsa barbecue e pezzi di ananas zuccherati;
  • croste extra spesse e pizze in stile piatto profondo;
  • salse cremose e ipercaloriche.

Molte pizze speciali contengono uno o più di questi ingredienti che possono aumentare significativamente il contenuto di carboidrati e il carico calorico complessivo della tua fetta.