La prevenzione comincia a tavola: una dieta adeguata per sconfiggere il fastidio delle emorroidi

Per prevenire le emorroidi, come consigliano gli specialisti, niente di meglio che scegliere una dieta adeguata. Ecco i consigli.

0
emorroidi

Una corretta alimentazione permette di prevenire e curare un gran numero di patologie.

Le corrette abitudini, che apprendiamo a tavola, si rivelano un’opportunità interessante per alleviare, e talvolta sconfiggere, anche l’intenso fastidio dei disturbi emorroidali.

Per prevenire le emorroidi, come consigliano gli specialisti, niente di meglio che scegliere una dieta adeguata, che considera essenziale assumere alimenti ricchi di fibre come frutta, verdura, pasta e riso integrale.

Fra i cibi amici non possono mancare latte e formaggi freschi, carne bianca e soprattutto magra, olio, pesce e burro fresco.

Privilegiamo cibi e stile di vita sano

Una dieta corretta e consapevole offre un aiuto importante, ma a fornire il giusto supporto è la condivisione di uno stile di vita sano.

L’equilibrio a tavola è fondamentale ma vale la pena considerare i ritmi di vita quotidiani e quanto condizionano il consumo dei pasti.  Chi soffre di emorroidi ad esempio deve assolutamente evitare di assumere cibo ad un ritmo troppo veloce. Un pasto consumato al volo, fra un impegno lavorativo ed un altro, è un errore imperdonabile ed è la causa di un fastidioso accentuarsi della patologia emorroidale.

La correlazione fra malattia e abitudini alimentari è forte, ed abituarsi a consumare correttamente i cibi è fondamentale soprattutto per chi soffre di emorroidi esterne. Alimentazione e abitudini sane sono propedeutiche alla prevenzione del disturbo emorroidale, ma limitano anche in maniera decisa la sintomatologia.

Prevenire meglio che curare: quali cibi è bene evitare per l’insorgere della patologia

Per prevenire le emorroidi è bene moderare o addirittura evitare il consumo di taluni alimenti, soprattutto se si tratta di cibi ricchi di grassi, che sono la causa di fastidiose irritazioni e creano stati di infiammazione sulle pareti dell’intestino.

Meglio mettere al bando alcolici e bevande gassate, che contengono anidride carbonica in elevata quantità e contribuiscono ad infiammare ed affaticare la mucosa intestinale. L’anidride carbonica è la causa di uno spiacevole gonfiore gastrico, che incide negativamente sul sistema digerente. Gli zuccheri contenuti nelle bevande gassate inoltre alimentano lo stato di fermentazione a livello di flora batterica e causano fastidiosi disturbi

Fra i cibi che è bene consumare con moderazione troviamo i formaggi stagionati e fermentati, cosi come i generi alimentari fritti, il cioccolato e i dolci in genere, le salse piccanti e il peperoncino, i crostacei e i molluschi.

Creme, lozioni e il rimedio estremo della crioterapia selettiva

Per trattare le emorroidi possono risultare sufficienti cure e trattamenti farmacologici a uso locale, quali pomate e anticoagulanti per limitare i fastidi delle dilatazioni esterne e diminuire fenomeni infiammatori, presenza di dolore e gonfiore.

Per risolvere definitivamente il fastidio delle emorroidi è possibile ricorrere ad un intervento di crioterapia selettiva, soluzione risolutiva. Oggi, grazie ai passi in avanti compiuti dalla medicina, il trattamento chirurgico si presenta rapido, indolore e soprattutto privo di controindicazioni. Da completarsi in day hospital, e con una semplice anestesia locale, l’intervento consente di risolvere definitivamente il problema derivante dalla presenza di emorroidi interne ed esterne.

Chi soffre di questa patologia può rivolgersi con estrema tranquillità ad uno specialista colon-proctologo.

Commenti