La cataratta nei cani: cause, sintomi e prevenzione

Pensiamo che la cataratta sia un sottoprodotto normale dell'invecchiamento. Ma le cose non stanno così.

0

Tendiamo a pensare alla cataratta come a un sottoprodotto normale dell’invecchiamento, sia che parliamo di nostra nonna o del nostro amico a quattro zampe.

L’età, però, non è l’unica ragione per cui si sviluppano le cataratte. Ci sono molti motivi medici per cui i cani possono sviluppare la cataratta. Di conseguenza, è opportuno contattare presto il veterinario se si notano cambiamenti nell’aspetto degli occhi del cane o se si ritiene che la sua vista sia peggiorata o compromessa.

La cataratta è il risultato di un processo patologico che colpisce la lente dell’occhio, causando la perdita della trasparenza della lente e quindi la vista; in alcuni casi, la cataratta può addirittura causare la cecità. La lente dell’occhio diventa spessa e opaca, formando così un’area biancastra / grigia al centro dell’occhio. La cataratta può progredire lentamente o rapidamente, a seconda della causa sottostante.

Ci sono vari motivi per cui il cane può sviluppare la cataratta. La ragione più comune è la genetica. I cani diabetici, poi, sono particolarmente suscettibili allo sviluppo di cataratta. Altre cause includono malattie, disturbi nutrizionali da cucciolo, lesioni agli occhi o infezioni.

La maggior parte delle cataratte si sviluppa con l’età ma non deve essere confusa con la sclerosi nucleare, un normale cambiamento della lente negli animali domestici di età superiore ai 7 anni, che fa apparire la lente più bianca o grigia ma non sembra compromettere la vista.

SINTOMI

I segni più comuni sono:

  • Un livello bluastro, grigio o bianco nell’occhio;
  • Un’improvvisa riluttanza a salire le scale o a saltare sui mobili;
  • Goffaggine;
  • Irritazione / arrossamento degli occhi;
  • Sfregamento o graffio degli occhi.

TRATTAMENTO

Al fine di diagnosticare la condizione degli occhi del cane, il veterinario esegue una storia completa, un esame fisico, compreso uno degli occhi, e alcuni test per valutare la vista.

Inoltre, i veterinari possono raccomandare quanto segue, a seconda delle esigenze specifiche del cane:

  • Una visita separata da un oculista veterinario specializzato in malattie degli occhi;
  • Esami del sangue per valutare una causa sottostante.

Il trattamento della cataratta del cane dipenderà dalla causa sottostante, dal suo stadio di sviluppo e dalla sua salute generale.

Il trattamento può includere:

  • Collirio che può aiutare a prevenire l’infiammazione e altri problemi secondari;
  • Rimozione chirurgica della cataratta, generalmente da un veterinario oculista, se l’animale è sano ed è ‘candidato’ all’intervento.

PREVENZIONE

Gli esami oculistici di routine aiuteranno a monitorare la salute degli occhi del cane.

I cani con cataratta progressiva, che non sono candidati alla chirurgia, possono imparare, con l’aiuto dei proprietari, a compensare la perdita della vista con gli altri sensi, come l’odore.

Commenti