Ipnosi, per raggiungere una mente Zen

L’ipnosi è uno stato di benessere mentale e rilassamento fisico che può anche essere paragonato a quello raggiunto attraverso la pratica Zen.

Nelle tradizioni dello Zen sentiamo parlare di “Mente Zen” e nell’ipnoterapia l’attenzione viene ricondotta alla mente. Non importa quale percorso prendiamo nella vita, alla fine, semplicemente vogliamo tutti essere in pace. Alcuni trascorrono dieci anni in un monastero Zen e lavorano duramente per raggiungere questo obiettivo, altri più semplicemente praticano un po’ di meditazione e si rilassano nello stato ipnotico o usano l’ipnoterapia guidata da chi lo fa di lavoro (psicoterapeuta esperti di ipnosi) per liberare i blocchi mentali che li separano dalla consapevolezza della pace interiore.

La vera domanda potrebbe quindi essere: “Qual è la differenza tra un maestro Zen e qualcuno che è semplicemente passato attraverso un’ipnoterapia intensiva?”

Zen: oltre 2.500 anni di storia

La pratica Zen nasce da tradizioni millenarie di meditazione in India, dove ancora oggi è conosciuta come Dhyana; il Dhyana nasce in India nel VI secolo A.C. (prima del Buddha) e si afferma nella filosofia induista come disciplina per affermare l’anima (Atman) attraverso una pratica Yoga che mette l’Uomo in relazione con gli altri e con le divinità spiritali che lo circondano. Quando questa pratica migrò verso la Cina fu conosciuta come Chan. Alla fine dalla Cina nel 1192 è arrivata in Giappone, dove è diventata nota come “Zen”. Lo zen era inizialmente una setta budhhista dedita alla contemplazione e all’astrazione personale attraverso la meditazione. Chi si avvicina a questo tipo di filosofia e stile di vita apprezza la semplicità minimalista della pratica: tutti i significati di religione e filosofia sono stati ricondotti in modo semplice alla bellezza del solo stare seduti, del solo camminare, del solo mangiare e quindi del solo essere.

Alla fine, in Soto Zen (o ZaZen), c’è semplicemente uno stato noto come Shinkintaza, che significa “solo sedersi”. Per un principiante questo può sembrare piuttosto facile, ma una volta iniziata la pratica ZaZen ci rendiamo conto che non possiamo semplicemente sederci; piuttosto finiamo per preoccuparci, pianificare e doverci confrontare con noi stessi, cosa che molti di noi trovano davvero molto difficile e poco confortevole senza il dovuto esercizio. Questa difficoltà ci dimostra che non abbiamo “una mente Zen” ma piuttosto una mente nevrotica.

Un maestro Zen può essere qualcuno che ha attraversato questo tumulto interiore per essere finalmente in uno stato di pace. In questa pace c’è un risveglio verso chi siamo veramente. L’obiettivo dell’illuminazione (lo stato più elevato di coscienza del buddhismo) è nello scoprire chi siamo realmente e dove siamo sempre stati. Per molti questo diventa un percorso rigoroso di 10, 20 o addirittura 30 anni di intensa pratica spirituale.

Ipnosi e subconscio per un equilibrio tra cuore e mente

Nell’ipnoterapia siamo profondamente connessi a qualcosa chiamato il nostro subconscio. Il subconscio è la parte del nostro cervello che esercita un potere invisibile non basato sulla volontà o sul pensiero, ma molto potente: governa lo stato di veglia e di sonno, il nostro stato d’animo (ad esempio odio e amore) e molto spesso lo stato di salute e malattia.Questa nostra mente emotiva è senza logica o ragione, l’inconscio è per definizione privo di giudizio e critica. Il nostro subconscio ha quindi un filo diretto con il cuore, inteso come i nostri sentimenti.

Secondo molti ricercatori il subconscio è alla base del conscio e di conseguenza il cuore è alla radice della mente. Pertanto, qualunque cosa il cuore senta, la mente parlerà. La mente parlerà e parlerà per cercare di trovare un modo per far sentire meglio il cuore. La pratica Zen ci conduce davvero lì, eppure quando combiniamo una semplice pratica di seduta quotidiana (ZaZen) con la potente natura trasformativa dell’ipnoterapia, allora possiamo trasformare i nostri cuori e le nostre menti molto più rapidamente. Ci sono qualità sviluppate nella pratica Zen che le persone che usano l’ipnosi non sviluppano e ci sono cambiamenti che si verificano nell’ipnoterapia che i praticanti Zen non ottengono necessariamente.

L’ipnosi è per tutti?

L’ipnosi è una condizione psicofisica che può essere sperimentata da tutte le persone, senza limiti di predisposizione, con lo scopo di fare affiorare in superficie le proprie risorse più nascoste e aiutare il cambiamento a un determinato disturbo psicofisico. In particolare l’ipnosi regressiva aiuta il paziente a entrare in contatto con le radici di un trauma e attraverso la rielaborazione delle emozioni negative che il trauma ha creato, si raggiunge uno stato di nuovo benessere.

Esistono diversi metodi per raggiungere uno stato ipnotico, a seconda degli scopi da raggiungere e siano essi la cura di una malattia, la miglior conoscenza di sé o la perdita di certe dipendenze.
La Psicologia, la psichiatria e la medicina si sono spesso servite dello stato ipnotico, soprattutto nella:

  • terapia della nevrosi
  • controllo del dolore
  • preparazione al parto
  • cura dell’asma
  • cura delle allergie
  • cura delle cefalee
  • cura della colite e disturbi gastro intestinali
  • cura delle dermatiti
  • cura dell’obesità
  • cura dell’insonnia
  • cura dell’ipertensione arteriosa
  • smettere di fumare
  • cura dei disturbi della sfera sessuale

A chi rivolgersi a Milano e via skype?

La Dr.ssa Luisa Merati è un’esperta d’ipnosi regressiva e psicoterapeuta da oltre 40 Anni.

Nasce come medico internista psicologo psicoterapeuta a Milano. E’ laureata in Medicina, ha conseguito la specializzazione in Psicologia Clinica; è inoltre certificata quale esperta in ipnosi regressiva e progressiva e per la cura delle malattie psicosomatiche.

“Utilizzo l’ipnosi clinica nell’ambito della medicina psicosomatica, intesa come la disciplina che studia e cura il paziente nella sua totalità, considerando ogni patologia come risultato di una complessa interazione tra la mente e il corpo.
Sono iscritta ordine medici Milano e albo psicoterapeuti ordine medici Milano.Sono
specialista in Psicologia Clinica, psicoterapeuta, esperta in ipnosi, medicina psicosomatica. Sono istruttore senior di mindfulness.”

 

Luisa Merati

Skype (Prometeo601)

Via Paolo Giovio 28 – Milano