Iniezione endovenosa a primo colpo? Sì, si può con un nuovo dispositivo

Si chiama Vien Viewer e mostra al personale sanitario la mappa delle vene del paziente così da trovare subito quella giusta.

La tecnologia è fondamentale per il progresso medico. E, più il tempo scorre, più compaiono dispositivi che aiutano gli staff degli ospedali a svolgere correttamente e agilmente il proprio lavoro.

Un esempio è una nuovo strumento che permette a medici e infermieri di trovare subito la vena giusta per le iniezioni.

Il video è stato condiviso il 5 settembre scorso su Facebook da Yahoo! e, in poco più di un mese, ha collezionato oltre 60 milioni di visualizzazioni:

Le immagini provengono dal produttore, il Christie Medical Holdings, e racconta come funziona il rivoluzionario dispositivo.

Si chiama Vien Viewer e mostra al personale sanitario la mappa delle vene del paziente così da scegliere quella giusta su cui agire con la siringa.

Grazie a questa tecnologia, in pratica, si potrà immediatamente fare un’iniezione endovenosa al primo colpo.

In effetti, iniettare farmaci in vena è un’operazione difficile (ed è per questo motivo che ci vuole sempre il supporto di un professionista).

Tuttavia, grazie a questo strumento, con l’uso delle luci infrarosse e un software, viene proiettata sul braccio un’immagine ad alta definizione delle vene. Un ottimo aiuto per evitare di bucherellare il paziente più volte prima di trovare la vena giusta, no?