L’alcol influisce sull’efficacia del vaccino anti Covid-19?

Esperti affermano che il binge drinking e il consumo eccessivo di alcol dovrebbero essere evitati prima di sottoporsi al vaccino.

Esperti affermano che il binge drinking e il consumo eccessivo di alcol dovrebbero essere evitati prima di sottoporsi al vaccino.

Alcol e la risposta del vaccino

Ci troviamo all’inizio della campagna vaccinale e gli esperti hanno iniziato a porsi una domanda: quanto il consumo di alcol influenzerà le risposte immunitarie delle persone sottoposte al vaccino?

Gli esperti del Regno Unito hanno dato un avvertimento: si dovrebbe evitare di bere alcolici prima e dopo aver ricevuto il vaccino anti Covid-19.

“È necessario che il sistema immunitario funzioni in modo ottimale per avere una buona risposta al vaccino, quindi se bevi la sera prima, o subito dopo, questo non aiuterà”, ha detto a UK metro Sheena Cruickshank, PhD, immunologa presso l’Università di Manchester.

Un funzionario russo aveva già raccomandato ai cittadini del paese vaccinati con il vaccino Sputnik V di astenersi dall’alcol per due mesi.

Ma ad aver ribattuto queste indicazioni è lo sviluppatore del vaccino, Alexander Gintsburg, PhD, commentando che questo consiglio è troppo estremo.

Tramite un tweet dall’account Sputnik V, Gintsburg ha consigliato di astenersi dall’alcol tre giorni dopo ogni iniezione, la guida che dice si applica a tutti i vaccini.

Meno esasperata è la risposta che arriva dagli Stati Uniti: per le persone che non consumano alcol in modo eccessivo, probabilmente questo non è necessario.

“Non è necessario astenersi dall’alcol dopo entrambe le dosi del vaccino COVID-19”, ha affermato il dottor Sandro Cinti, specialista in malattie infettive presso Michigan Medicine. “Non ci sono prove o indicazioni del CDC che suggeriscano che ciò debba essere fatto”.

Sebbene il consumo eccessivo di alcol sia una preoccupazione per la salute in generale, alle persone non viene chiesto di astenersi dal bere quantità occasionalmente o moderatamente alcol prima di essere vaccinati, afferma la dott.ssa Hana El Sahly, professore associato di virologia molecolare, microbiologia e medicina presso il Baylor College of Medicine e uno dei co-presidenti nazionali della sperimentazione sul vaccino Moderna COVID-19.

“Il consumo di alcol non è stato valutato come una variabile nella grande sperimentazione clinica di fase 3″, ha detto a Healthline. “Non ci aspettiamo che l’ingestione occasionale o moderata di alcol influisca sulla risposta al vaccino. E non chiediamo ai soggetti o al pubblico in generale di astenersi dall’alcol durante il periodo della vaccinazione”.

Evitare o no il consumo di alcol al momento della vaccinazione?

A rispondere è Christopher Thompson, PhD, professore associato presso il Dipartimento di Biologia dell’Università di Loyola del Maryland, specializzato in immunologia e microbiologia, avvertendo che l’uso eccessivo di alcol dovrebbe essere evitato durante il periodo della vaccinazione.

Egli osserva che, sebbene non ci siano ancora dati specifici sull’alcol e sul vaccino COVID-19, “la maggior parte dei dati disponibili su come l’alcol influisce sul sistema immunitario e sulle risposte ai vaccini suggerisce che, in generale, le persone dovrebbero evitare il binge drinking e il bere pesante”, ha detto. “Idealmente, questo dovrebbe essere evitato per almeno una settimana prima della prima dose e un mese dopo la seconda dose.”

Specificando, continua nel dire: “Soprattutto con un forte consumo di alcol, il sistema immunitario non funziona come dovrebbe. Vediamo una disregolazione funzionale di molte cellule immunitarie mentre vediamo anche un aumento dell’infiammazione e delle molecole pro-infiammatorie in tutto il corpo”.