Il fumo delle sigarette elettroniche ha causato il cancro ai polmoni nei topi: i risultati di uno studio

Sebbene inizialmente fosse considerato un'alternativa più sicura al fumo lo svapo ha causato il tumore ai polmoni in quasi un quarto dei topi esposti al vapore delle sigarette elettroniche per un anno. I dettagli di uno studio statunitense.

0

Lo svapo può causare il cancro, almeno negli animali, secondo un nuovo studio.

Sebbene inizialmente fosse considerato un’alternativa più sicura al fumo – che provoca 160mila decessi per cancro all’anno negli Stati Uniti – lo svapo ha causato il tumore ai polmoni in quasi un quarto dei topi esposti al vapore delle sigarette elettroniche per un anno.

Le sigarette elettroniche sono entrate sul mercato circa una decina di anni fa e da allora sono state associate a quasi 20 morti e oltre mille malattie negli Stati Uniti ma è troppo presto perché si possano verificare potenziali casi di cancro legati ai dispositivi.

I 40 topi sono stati esposti a molto più ‘fumo’ rispetto a un essere umano ma il team della New York University (NYU) afferma che i risultati evidenziano un processo che rende cancerogene le sigarette elettroniche con nicotina.

Tuttavia, soltanto uno dei 17 animali esposti al fumo privo di nicotina ha avuto il cancro, suggerendo che la nicotina stessa potrebbe essere il catalizzatore della malattia.

Negli USA circa l’80% di chi ha sviluppato lesioni polmonari correlate allo svapo ha meno di 35 anni e il 16% ha 18 o meno.

I decessi si sono verificati in almeno 16 Stati, con l’ultimo confermato in Connecticut.

È chiaro che i liquidi riscaldati dalle sigarette elettroniche producano qualcosa di potenzialmente letale per i polmoni ma gli scienziati devono ancora capire esattamente cosa.

Nello studio della NYY, con a capo il dottor Moon-shong Tan, sono stati esposti 40 topi a livelli elevati di ‘fumo’ di sigarette elettroniche per 54 settimane.

I topi si trovavano all’interno di cameree che funzionavano come una sorta di ‘pentola a pressione’, in quanto i roditori erano circondati dal vapore in modo che l’intero corpo potesse sentirne gli effetti.

Risultato: 9 su 40 hanno sviluppato tumori polmonari.

Ma quando hanno sottoposto 20 topi allo stesso ritmo usando il fumo di sigaretta elettronica privo di nicotina, nessuno ha sviluppato il cancro.

I nostri risultati supportano l’argomentazione secondo cui gli addotti del DNA derivati ​​dalla nicotina sono probabilmente le principali cause di carcinogenesi nei topi esposti al fumo delle sigarette elettroniche“, ha dichiarato il co-autore del dottor Tang, il dott. Herbert Lepor, urologo della New York University.

Il nostro prossimo passo sarà quello di espandere il numero di topi studiati, ridurre e prolungare il tempo di esposizione della sigaretta elettronica e studiare ulteriormente i cambiamenti genetici causati dal fumo della sigaretta elettronica“, ha aggiunto.