Il coriandolo, proprietà e benefici dell’erba usata in cucina

Il coriandolo è un’erba aromatica comunemente utilizzata in cucina per insaporire varie pietanze. Quali sono i suoi benefici?

Il coriandolo è un’erba aromatica comunemente utilizzata in cucina per insaporire varie pietanze. Ma sapevate che è anche ricca di proprietà utili per il nostro organismo? In questo articolo vi diremo quali sono.

Cos’è il coriandolo?

Il coriandolo è una pianta erbacea della famiglia delle Apiaceae (come, ad esempio, il cumino e il finocchio) di cui possono essere consumati sia i semi, dal sapore dolciastro, che le foglie, piccanti e utilizzate maggiormente in Oriente (viene, difatti, chiamato anche “prezzemolo cinese”). Questa erba aromatica suscita spesso una reazione di disgusto, a causa del suo odore molto pungente e ciò sembrerebbe legato alle aldeidi presenti nella composizione chimica del coriandolo.

Proprietà e benefici

In generale, il coriandolo contiene diversi antiossidanti che, in particolar modo, si possono trovare nelle foglie della pianta. Questi composti presentano proprietà antinfiammatorie, note per la loro capacità di limitare i danni causati dai radicali liberi.

Sono utili, quindi, nella prevenzione delle malattie cardiovascolari, di alcuni tipi di forme tumorali (ad esempio, il cancro alla prostata, al seno, al colon, allo stomaco e ai polmoni) e delle malattie neurodegenerative (come Alzheimer e Parkinson). Inoltre, studi condotti su animali segnalano un effetto benefico del coriandolo sul processo di invecchiamento della pelle.

Altri studi, invece, mettono in evidenza il ruolo della pianta nella regolazione glicemica e nella riduzione del livello di colesterolo “cattivo”. Al coriandolo si attribuiscono anche proprietà antibatteriche.

I semi del coriandolo sono associati anche al miglioramento della funzionalità digestiva. Infatti, aiutano a ridurre i dolori causati dalla sindrome del colon irritabile, permettono di eliminare i gas in eccesso e riducono l’intensità dei crampi intestinali. Per questo motivo, la pianta viene spesso utilizzata per la preparazione di infusi digestivi.

Infine, il coriandolo è noto per essere un’ottima fonte di vitamina K, utile per la sintesi delle proteine coinvolte nella coagulazione del sangue e nella formazione delle ossa.

Se volete restare aggiornati, seguiteci su Facebook cliccando qui!