L’igiene dentale: i passi fondamentali

L’igiene dentale è importantissima per mantenere sana la bocca e le gengive. Alcune delle fasi più importanti dell’igiene dentale sono a nostro carico e ce ne dobbiamo occupare quotidianamente. Ci sono però delle fasi dell’igiene dentale di cui si occupa il dentista o i suoi collaboratori, perché è necessario avere a disposizione apposita strumentazione e specifiche competenze.

La pulizia dei denti

Il concetto di pulizia dei denti è più preciso di quanto si possa pensare. Tale locuzione si utilizza infatti indica la pulizia effettuata da un professionista presso uno studio odontoiatrico. Utilizzando appositi strumenti il professionista rimuove il tartaro, ossia i depositi solidi causati dalla presenza di placca batterica. La presenza del tartaro non rimosso può a lungo andare portare al ritirarsi delle gengive, scoprendo così il delicato colletto dei denti, attorno alla radice. Questo favorisce l’insidiarsi dei batteri sempre più in profondità, con maggiore probabilità di manifestare gengiviti e parodontiti, infiammazioni che possono con il tempo divenire molto gravi. La pulizia dei denti andrebbe eseguita regolarmente; andare dal dentista almeno ogni 6 mesi ci permette di sottoporci alla pulizia dei denti in modo corretto e con la giusta frequenza.

Lavarsi i denti con attenzione

Già ai bambini di pochi anni si insegna che per evitare la carie è importante evitare di mangiare alimenti molto zuccherini e lavarsi i denti ogni giorno. La frequenza perfetta è di 3 volte al giorno, dopo i pasti o prima di andare a letto la sera. Per poter lavare accuratamente i denti è importante utilizzare uno spazzolino di qualità, scelto in modo che il suo utilizzo non vada a graffiare le gengive e che la dimensione della testa di permetta di raggiungere i denti da tutti i lati. Lo spazzolino va sostituito almeno ogni 2-3 mesi, quando le setole appaiono rovinate o arcuate; in caso contrario l’utilizzo potrebbe non consentirci di pulire i denti in profondità, utilizzando un dentifricio adatto alla nostra specifica situazione. In concomitanza con lo spazzolino ricordiamoci di usare sempre anche il collutorio, almeno una volta al giorno.

Lavare i denti durante il giorno

Non tutti hanno la possibilità di consumare i loro pasti a casa, con la disponibilità del proprio bagno e del proprio spazzolino. È però facile trovare in commercio accessori per il lavaggio dei denti da viaggio, con dimensioni contenute e facili da gestire anche al ristorante. Del resto sono sufficienti due minuti per lavare i denti accuratamente, lo si può fare anche senza avere un bagno a disposizione, utilizzando dell’acqua in bottiglia per sciacquarsi al termine dell’igiene orale.

Il filo interdentale

Un accessorio che molte persone tendono a dimenticare quando si lavano i denti è il filo interdentale. Si tratta invece di un accessorio essenziale per la pulizia dei denti, in quanto permette di rimuovere la placca che si insinua nei punti in cui le setole dello spazzolino potrebbero non arrivare. Il filo si utilizza cercando di arcuarlo attorno alle pareti laterali dei denti, per poi tirare verso il basso, staccando così la placca che si trova nel solco interdentale.