I 6 campanelli d’allarme dell’endometriosi

Oggi parleremo di una patologia che può colpire dal 10% al 17% delle donne in età fertile, ovvero l’endometriosi. Come riconoscerla se non tramite i suoi campanelli d’allarme? Vediamoli insieme.

Endometriosi e campanelli d’allarme

È invalidante, dolorosa e parlando di patologia, una malattia infiammatoria cronica.
Da cosa origina? C’è la presenza anomala di un tessuto che normalmente è posizionato all’interno dell’utero, l’endometrio, in altre parti del corpo e lo strato superficiale di questo tessuto è soggetto alle modificazioni tipiche del ciclo mestruale.

Può ‘colpire’ la donna già alla comparsa della prima mestruazione (menarca) e farle una compagnia dolorosa fino alla menopausa.

Secondo le fonti del Ministero della Salute: in Italia sono affette da endometriosi il 10-15% delle donne in età riproduttiva; la patologia interessa circa il 30-50% delle donne infertili o che hanno difficolta a concepire. Le donne con diagnosi conclamata sono almeno 3 milioni. Il picco si verifica tra i 25 e i 35 anni, ma la patologia può comparire anche in fasce d’età più basse.
La diagnosi arriva spesso dopo un percorso lungo e dispendioso, il più delle volte vissuto con gravi ripercussioni psicologiche per la donna.

Ribadiamo il concetto del dolore come sintomo tipico debilitante perché è determinato proprio dallo sviluppo dell’endometrio all’esterno dell’utero dando, come se non bastasse, sanguinamenti interni e infiammazioni croniche.

Cosa può succedere? Che si formi del tessuto cicatriziale che possa portare all’infertilità: l’impatto sulla vita di una donna è altamente forte sia a livello fisico ma anche psicologico.

Per questo è importante una pronta diagnosi posta da un team multidisciplinare e della relazione che s’instaura con i professionisti: il percorso diagnostico e terapeutico deve essere personalizzato che sarà fatto da un colloquio anamnestico preliminare.
Si potrà parlare di terapia medica o chirurgica, l’obiettivo sarà ridurre la sintomatologia dolorosa e tutte le compromissioni fisiologiche che l’endometriosi comporta.

Non hai ancora ben capito di cosa stiamo parlando? Di seguito troverai una serie di campanelli d’allarme dell’endometriosi da non sottovalutare.

I campanelli d’allarme

1) Dolore pelvico (cronico e persistente) accompagnato da nausea, giramenti di testa, difficoltà a respirare, dolore durante i rapporti sessuali.
2)Tenesmo rettale, la falsa sensazione di dover andare in bagno, il senso di peso posteriore, difficoltà a stare normalmente sedute.
3) Dolore durante la minzione, o la defecazione, specie durante il ciclo mestruale, a volte con comparsa di sangue nelle urine o nelle feci.
4) Dismenorrea, il forte dolore mestruale (non è una condizione fisiologica).
5) Stanchezza estrema durante il ciclo mestruale.
6) Infertilità.