Hai sempre paura di avere il cancro? Ecco 8 segni di carcinofobia

Stare attenti al proprio stato di salute o a quello dei propri cari è una buona abitudine ma è importante non attraversare una pericolosa linea di confine: quella che porta a credere nella comparsa di una malattia al minimo starnuto.

0

Stare attenti al proprio stato di salute o a quello dei propri cari è una buona abitudine ma è importante non attraversare una pericolosa linea di confine: quella che porta a credere nella comparsa di una malattia al minimo starnuto.

Bisogna, quindi, tenere a mente di non sviluppare alcuna fobia, in particolare quella sul cancro. Si tratta di una paura irragionevole chiamata carcinofobia.

SEGNI DI CARCINOFOBIA

Molto spesso, questa fobia si sviluppa dopo aver perso qualcuno in famiglia a causa di un tumore. Un altro motivo potrebbero essere la lettura di articoli su riviste o la visione di film e programmi televisivi che parlano ripetutamente del cancro.

La carcinofobia si manifesta a livello mentale, emotivo e fisico. I sintomi principali:

  • temere che qualsiasi malattia possa trasformarsi in cancro;
  • controllo costante sulla propria salute;
  • fastidiose domande ai medici sul proprio stato di salute;
  • paura di contrarre un’infezione;
  • paura dei luoghi affollati;
  • preoccupazioni che possono trasformarsi in un panico;
  • ansia incontrollabile;
  • vertigini, palpitazioni, tremori.

Se i pensieri e le preoccupazioni sulla possibilità di contrarre il cancro non spariscono entro sei mesi, è necessario consultare un medico.

La psicoterapia è la via più consiglia, poiché la carcinofobia ha origine nel subconscio e crea una forte reazione emotiva sotto forma di paura, che deve essere eliminata.

I passi più realistici verso la guarigione possono includere:

  • rifiutare di leggere e guardare film sul tema della malattia;
  • assumere la consapevolezza di quanto sia improbabile ammalarsi di cancro;
  • meditare e innescare meccanismi di auto-guarigione naturali;
  • ascoltare la propria voce interiore più spesso;
  • espandere la cerchia di interazione;
  • trovare persone emotivamente resilienti nel proprio ambiente, prendendo esempio da esse;
  • rafforzare lo spirito ed essere positivi.

 

Commenti