Ha una ‘voglia’ sul viso, i medici le impiantano 4 ‘palloncini’

A una donna sono stati impiantati sotto la pelle quattro 'palloncini' per salvarle la vita perché i medici temono che la voglia che copre metà della faccia possa diventare cancerosa.

0

A una donna sono stati impiantati sotto la pelle quattro ‘palloncini’ per salvarle la vita perché i medici temono che la voglia che copre metà della faccia possa diventare cancerosa.

Xiao Yan ha bisogno, infatti, di questo trattamento per permettere che crescano nuovi tessuti in modo tale che i medici li possano usare per innestarli sul viso quando sarà rimossa la macchia.

La 23enne, residente in Cina, nella provincia di Guizhou, soffre di nevo melanocitico congenito che colpisce solo una persona su 500mila.

Xiao Yan prima dell’intervento.

La ragazza adesso dovrà attendere alcuni mesi prima di poter avere il suo nuovo volto.

I medici dell’Ospedale del Popolo di Shanghai hanno preso provvedimenti dopo che la sua macchia, nel marzo scorso, ha cominciato a causare dolore, accertando il rischio della crescita di cellule tumorali.

Yan ha raccontato – come si legge sul Daily Mail –  di essere stata disposta a vivere con la macchia enorme sul viso per il resto della sua vita.

Nonostante la voglia, mi è piaciuta la mia infanzia giocando con i miei amici – ha detto la 23enne – Ero spensierata. Ma quando sono diventata più grande, il fatto che fossi diversa si è accentuato“.

Sua madre, Yang Xiu’e, ha raccontato che ha dovuto “chiedere” agli abitanti del villaggio in cui vivono di smettere di prendere in giro la figlia.

Seguendo le raccomandazioni dei medici, la famiglia della paziente ha gestito l’impegnativo compito di raccogliere 100mila yuan (circa 12.700 euro) per la prima fase del trattamento, cominciato nell’ottobre dello scorso anno.

Ero dispiaciuta – ha ammesso la ragazza – ma sono cresciuta grazie al sostegno della mia famiglia e ora sono molto più positiva“.

Xiao Yan è stata soprannominata la bambola di Zucca perché i grumi sul viso assomigliano alla forma dei frutti di zucca.

Un nevo melanocitico congenito è considerato gigante se nell’età adulta è più grande di 20 centimetri di diametro, secondo la dermatologa Amanda Oakley.

I malati possono non avere altri sintomi o possono averne diversi come la pelle fragile, secca o pruriginosa.

Il fratello gemello di Yan e il resto della sua famiglia continuano a raccogliere fondi per gli interventi successivi e sono riusciti a raccogliere circa 50mila yuan (circa 6.300 euro).