Fuoco di Sant’Antonio: sintomi e complicazioni dell’herpes zoster

Molti di noi abbiamo avuto la varicella quando eravamo bambini. Ma il virus che causa la malattia non scompare e può manifestarsi anche decenni dopo sotto forma di fuoco di Sant'Antonio.

0

Molti di noi abbiamo avuto la varicella quando eravamo bambini. Ma il virus che causa la malattia non scompare e può manifestarsi anche decenni dopo sotto forma di fuoco di Sant’Antonio.

L’herpes zoster è un’infezione virale che si manifesta con una dolorosa eruzione cutanea. L’eruzione cutanea può colpire quasi tutte le parti del corpo ma l’area più comunemente interessata è la vita. Sono comuni anche le eruzioni cutanee intorno agli occhi, alla fronte e al collo.

L’herpes zoster non è pericolosa ma può certamente arrecare fastidio. Ci sono vaccini disponibili ma riducono solo il rischio, non lo eliminano completamente. È importante cominciare il trattamento il più presto possibile per ridurre il rischio di complicanze.

I SINTOMI

  • dolore, bruciore, intorpidimento o formicolio nella zona interessata;
  • sensibilità al tatto;
  • eruzione cutanea rossa che appare diversi giorni dopo il dolore;
  • vesciche piene di liquido che si rompono e si incrostano;
  • prurito.

Altri sintomi:

  • febbre;
  • mal di testa;
  • fotosensibilità;
  • estrema stanchezza.

Contattare un medico in caso di presenza di questi sintomi, soprattutto se:

  • l’eruzione è intorno agli occhi: l’infezione può causare danni irreversibili agli occhi e persino portare alla perdita della vista;
  • la tua età è di 60 anni e più: più sei vecchio, più alto è il rischio di complicazioni;
  • tu o qualcuno intorno a te ha un sistema immunitario indebolito;
  • l’eruzione è grande e fa molto male.

Il virus che causa l’herpes zoster è contagioso. Ecco perché occorre che il contagiato si astenga dal contatto fisico con persone che non hanno preso il vaccino contro la varicella. Inoltre, è opportuno stare lontani da persone con il sistema immunitario indebolito, donne in gravidanza e bambini.

I FATTORI DI RISCHIO

  • età: la maggior parte dei casi di herpes zoster si sviluppa nelle persone di età superiore ai 50 anni;
  • avere una malattia che danneggia il sistema immunitario, come l’HIV / AIDS e il cancro;
  • ricevere un trattamento per il cancro;
  • usare determinati farmaci, come gli steroidi.

LE COMPLICAZIONI

  • nevralgia post-erpetica – ciò avviene quando il dolore non scompare dopo l’infezione del fuoco di Sant’Antonio;
  • perdita della vista;
  • problemi neurologici, come l’encefalite, la paralisi facciale o problemi di udito o di equilibrio;
  • infezioni batteriche della pelle che possono accadere se le vesciche non sono trattate correttamente.

Per alleviare il dolore e il prurito, si può provare a fare un bagno fresco o applicare impacchi freschi e umidi nell’area interessata. Anche ridurre i livelli di stress può essere d’aiuto.

Commenti