Fotoinvecchiamento e macchie cutanee: risolviamo con il needling

Il needling è uno degli interventi più richiesti per la bellezza del viso e del décolleté. Ecco in cosa consiste.

0
needling

L’invecchiamento della pelle è sicuramente un fattore fisiologico e naturale, tuttavia può essere accelerato dall’esposizione al sole.

L’eccessiva esposizione al sole causa anche, in alcuni casi, la formazione di macchie cutanee specialmente sul viso, sulle mani e sul décolleté.

Queste macchie scure sono antiestetiche e non sempre facili da scacciare: ma una soluzione opportuna negli ultimi anni è stata implementata. Parliamo del needling, un procedimento estetico che richiede l’utilizzo di micro-aghi che perforano lo strato più superficiale della pelle e stimolano la produzione di collagene ed elastina, il che ovviamente ha un impatto favorevole sulla rigenerazione della pelle e sul suo ringiovanimento.

Il needling e in particolare il nuovo prodotto Rigenera www.rigenera-microneedling.it è uno degli interventi più richiesti per la bellezza della pelle del viso e del décolleté ed è meno invasivo rispetto ad altre tecniche: permette di ridare di nuovo freschezza alla pelle del viso ed è efficace contro le rughe, ma anche contro il fotoinvecchiamento.

Quando ricorrere al needling

Il needling è un procedimento alternativo per la cura della pelle e per migliorarne la bellezza. In genere si ricorre al needling se non ci si vuole sottoporre a degli interventi di dermoabrasione più invasivi. Il needling può tornare utile in caso di fotoinvecchiamento o di lassismo della cute, o in caso di presenza di rughe cutanee, o di cicatrici da acne o ipertrofiche, o anche nel caso delle smagliature, o macchie cutanee. In tutte queste ipotesi, questo trattamento può comportare un miglioramento dell’elasticità della pelle e della sua bellezza in modo del tutto naturale. L’intervento di needling non può essere fatto se si hanno collagenopatie, stati infiammativi della pelle, o durante la gravidanza o l’allattamento.

Il needling: come funziona

Ma come funziona il needling? Per il procedimento di bellezza si impiega uno strumento ricoperto di piccoli e sottili aghi con lunghezza variabile e diametro 0.25 mm. La zona da trattare viene ripulita con cura, dopo di che per diminuire il fastidio è possibile passare una crema anestetica o del ghiaccio.

A quel punto inizia il trattamento della zona: il rullo da needling viene fatto passare sulla pelle con una leggera pressione in obliquo, orizzontale e verticale. L’eventuale micro-sanguinamento viene subito rimosso e quindi dopo il trattamento vengono applicate delle sostanze che permettono di migliorare la bellezza della pelle: ad esempio sostanze esfolianti e schiarenti per trattare le macchie della pelle, oppure in caso di rughe e di foto-invecchiamento soluzioni al collagene per stimolare il ripristino della bellezza naturale della pelle potenziando l’effetto del needling. In questo modo si stimolano gli strati profondi della cute e si ingenera il processo di riparazione per produrre collagene ed elastina, e perché la pelle sia elastica e giovane.

I risultati del needling in caso di macchie sulla cute si hanno già nel corso delle prime sedute, il numero delle sedute necessarie comunque dipende dal tipo di problema e dalla sua intensità. Dopo il trattamento con il needling la pelle appare leggermente arrossata, e può restare così per 24-48 ore. Dopo 2-3 mesi si possono avere i risultati positivi di una pelle più giovane e senza macchie cutanee.

Commenti