Esaurimento nervoso, cos’è, sintomi e cause

Esaurimento nervoso. Qual è la definizione? Quali sono i sintomi? E le cause? L'approfondimento su SaluteLab.

Sarà capitato a tutti almeno una volta nella vita di sentirsi “esauriti”, senza forze ed energie. Oggi vi parleremo di ciò che viene comunemente definito esaurimento nervoso. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Cos’è l’esaurimento nervoso?

L’espressione “esaurimento nervoso” viene utilizzata comunemente per indicare un periodo della vita caratterizzato da forte tensione e da una sensazione di stanchezza perenne. A livello clinico, però, la diagnosi di esaurimento nervoso è caduta in disuso.

Infatti, tale espressione è stata introdotta nel XIX secolo da George Miller Beard, che indicava in questo modo un particolare stato di stanchezza fisica e mentale (a cui ci si riferiva anche con il termine nevrastenia).

Al giorno d’oggi, questa condizione viene descritta più che altro come associata alla manifestazione di sintomi depressivi e ansiosi che insorgono in risposta a uno o più stressor in un determinato momento della nostra vita.

Esaurimento nervoso: i sintomi

Quando ci si trova di fronte ad un periodo fortemente stressante, colmo di preoccupazioni e pensieri legati alla vita quotidiana, è possibile non riuscire a sostenere il peso e la tensione di tali accadimenti. In questi casi, la risposta del nostro organismo può essere varia.

Potremmo sperimentare, ad esempio, dei veri e propri attacchi d’ansia o la sensazione di essere perennemente senza forze ed energia o, ancora, debolezza muscolare, incapacità di provare interesse e/o soddisfazione verso le nostre attività quotidiane (anedonia), apatia.

Inoltre, questa condizione può essere accompagnata anche da sintomi somatici, disturbi del sonno, vertigini, alterazioni della pressione sanguigna, mal di testa, difficoltà nella concentrazione e irritabilità.

Esaurimento nervoso: le cause

Come detto precedentemente, l’esaurimento nervoso si manifesta durante un periodo che viene percepito dal soggetto come estremamente stressante. Esso dipende, quindi, dall’entita e dalla natura dei fattori esterni stressanti, ma anche dalle capacità e dalle risorse che l’individuo possiede per farvi fronte.

Tra i fattori di stress più comuni, possiamo citare:

– problemi nella sfera lavorativa
– problematiche legate alla dimensione scolastica
– difficoltà all’interno della relazione di coppia o coniugale
– difficoltà nella sfera interpersonale
– problemi di salute
– difficoltà economiche
– lutti

Se state attraversando un momento simile, vi consigliamo di avviare un percorso psicologico che può aiutarvi ad esprimere le vostre preoccupazioni e a ritrovare le risorse utili per poter affrontare efficacemente queste situazioni stressanti.

LEGGI ANCHE: Tumore al cervello, 13 segni e sintomi a cui prestare attenzione.