Disfunzione erettile: cos’è, cause, a chi rivolgersi e rimedi hi-tech

La disfunzione erettile è l'incapacità a raggiungere e/o mantenere l'erezine: quali sono le cause, i sintomi e i rimedi.

Non si tratta di una malattia ma di un sintomo che colpisce gli uomini durante un rapporto sessuale: la disfunzione erettile non permette di raggiungere alti livelli di soddisfazione a letto.

Vuoi sapere come curare la disfunzione erettile? A partire dalla scoperta della cause, troverai le soluzioni che non hanno più bisogno di molti controlli anti-contraffazione: ad essere approdati negli studi medici sono i rimedi hi-tech.

Disfunzione erettile: cos’è, cause, a chi rivolgersi

La disfunzione erettile provoca una difficoltà nel mantenere o raggiungere l’erezione necessaria a completare il rapporto sessuale in atto.

È un sintomo persistente di natura neuro-vascolare.

Non è facile consapevolizzare ed accettare il disagio che si presenta ogni qual volta ci si vuole approcciare ad un rapporto sessuale con la propria compagna o il proprio compagno.

Spiegarne le cause è ancora più difficile: comprenderà? Si sentirà non amato/a? Penserà che sia finita l’attrazione sessuale?

Le domande sono tante, i dubbi non escludono paure e incertezze.

Il ‘combattimento interiore’ tra la voglia di cercare un medico e la sensazione di vergogna che trattiene dal farlo, nonostante il disagio non si possa nascondere.

Insomma, le ripercussioni sono diverse sia sul piano strettamente fisico che psicologico, le cause correlate ad esse sono:

  • Organiche (vascolari, ormonali, neurologici, malattie metaboliche o cause di natura farmacologica).
  • Psicogene (stress, ansia, depressione).

Nell’80% dei casi di disfunzione erettile la causa è di tipo vascolare.

Da non escludere i fattori di rischio predisponenti come una ridotta attività fisica, il fumo, l’alcol, il diabete, l’aumento del colesterolo nel sangue, l’obesità, la presenza d’infezioni uro-genitali.

Molti fattori comportamentali che si possono modificare così da prevenirne l’insorgenza lì dove è possibile.

Se hai una giovane età è probabile che la natura della tua disfunzione erettile sia di tipo psicogena. Forse stai attraversando un momento difficile, un lutto, la perdita del lavoro: la depressione e lo stress avanzano.

Se ti stai chiedendo a chi rivolgersi, l’unico specialista che può aiutarti a capire e che può comprenderti senza giudizio è l’andrologo.

Per un’accurata diagnosi, l’andrologo potrà iniziare con il porti delle domande per capire la tua storia clinica, il tuo stato psicologico, il tuo livello di attività fisica, la presenza di malattie e se assumi una terapia farmacologica, non per ultimo, indagherà sullo stato ormonale.

Solamente scoprendo la causa sarà possibile trovare il migliore rimedio. Ma a questo proposito ci concentreremo ad una soluzione alternativa alla pillola blu: i rimedi hi-tech.

Rimedi hi-tech: la terapia ad onde d’urto

Sentire parlare di pillole come il Viagra, il Cialis, il Levitra o lo Spedra (che ha una rapida azione di circa 15 minuti) è ormai usuale, piuttosto vogliamo concentrarci brevemente sul recente rimedio innovativo hi-tech:

  • La terapia ad onde d’urto (migliora il microcircolo penieno. La guarigione è raggiungibile soprattutto nei casi lievi o moderati).

Come mai funziona? Durante l’invecchiamento i vasi sanguigni che sostengono l’erezione iniziano a collassare e queste onde acustiche ad alta frequenza vanno a stimolare la crescita di nuovi vasi sanguigni restituendo il piacere di approcciarsi ad un rapporto sessuale soddisfacente.

Con la sua efficacia già dai primi trattamenti la cura è assicurata al 70%.