Diarrea, quali sono le malattie associate?

La diarrea è un sintomo molto riconosciuto che può essere la spia di diverse malattie. Esploriamole.

  • La diarrea è costituita dalla presenza di feci liquide con aumento di volume e frequenza nell’emissione.
  • Solitamente si risolve in pochi giorni (anche con rimedi naturali), in altri casi può durare per settimane o mesi evolvendo in diarrea cronica.
  • La diarrea è un sintomo che si può riscontrare in una varietà di malattie.

La diarrea è un sintomo molto riconosciuto che può essere la spia di diverse malattie. Esploriamole.

Diarrea: cos’è e tipi

L’esperienza della diarrea, di feci liquide con un aumento di volume e frequenza nell’emissione, è provata almeno da tutti una volta nella vita.
Sono i liquidi dell’intestino a non essere assorbiti sufficientemente a causa di un’eccessiva peristalsi (contrazioni del tubo digerente).

Spesso è un problema che si risolve in pochi giorni, basta dell’acqua tiepida con del limone o una camomilla o dello zenzero per rimediare al disagio dato comunemente da:

  • cibi avariati o contaminati.
  • Infezioni di origine virale o batterica.
  • Ingestione di bibite fredde o ghiacciate.

E quando la diarrea persiste? I rimedi casalinghi e fai-da-te non sono sufficienti, è necessario indagare consultando il medico di fiducia.

La condizione può cronicizzarsi quando dura per settimane o mesi; comunemente la diarrea cronica può essere un sintomo di un’intolleranza alimentare (al glutine, al lattosio, alla caseina) o della presenza di colite (infiammazione che colpisce il colon) o del Morbo di Crohn (infiammazione cronica intestinale).

La diarrea, che sia limitata nel tempo oppure prolungata, può dare vita a delle complicanze come la disidratazione per l’eccessiva perdita di liquidi, perdita di elettroliti (come sodio, potassio, magnesio) determinando uno squilibrio idro-elettrolitico.

Quali sono le malattie associate alla diarrea?

Le malattie associate alla diarrea possono essere tante, l’elenco riportato – seppur ampio – non è esaustivo:

  • AIDS (sindrome da immunodeficienza acquisita, è una malattia infettiva causata dal virus HIV).
  • Allergia Alimentare.
  • Amiloidosi (un gruppo di malattie caratterizzate da alterazioni della conformazione e del metabolismo delle proteine).
  • Anafilassi (è una reazione IgE-mediata acuta).
  • Angina pectoris (malattia coronarica che si manifesta con dolore al petto).
  • Ansia.
  • Appendicite (una malattia infiammatoria a carico di un piccolo diverticolo).
  • Botulismo (grave intossicazione causata dalle tossine prodotte dal batterio Clostridium botulinum).
  • Celiachia (un’infiammazione cronica dell’intestino tenue).
  • Cirrosi biliare primitiva (una malattia cronica dei piccoli dotti biliari).
  • Colite (infiammazione che colpisce il colon).
  • Colite ulcerosa (una malattia infiammatoria cronica intestinale).
  • Dengue (infezione virale trasmessa da zanzare).
  • Diverticolite (infiammazione dei diverticoli).
  • Ebola (nota come febbre emorragica da virus Ebola).
  • Endometriosi (patologia ginecologica benigna).
  • Epatite (condizione infiammatoria del fegato).
  • Gastrite (infiammazione dello stomaco).
  • Gastroenterite (infezione che colpisce l’apparato gastrountestinale a cui si associa un’infiammazione).
  • Gastroenterite virale.
  • Intolleranza al lattosio.
  • Intolleranze alimentari.
  • Ipertiroidismo (condizione caratterizzata dalla presenza in circolo di quantità eccessive di ormoni tiroidei).
  • Malaria (malattia causata da protozoi parassiti trasmessi all’uomo da zanzare femmine infette).
  • Malattia infiammatoria pelvica (infezione polimicrobica del tratto genitale femminile superiore).
  • Mollusco contagioso (infezione virale che colpisce pelle e mucose).
  • Morbo di Addison (ipofunzione della corteccia surrenalica).
  • Morbo di Graves – Basedow (una forma di tiroidite autoimmune, in cui predomina l’iperfunzione ghiandolare diffusa).
  • Peritonite (infiammazione della membrana sierosa che riveste i visceri e la cavità peritoneale).
  • Polipi intestinali.
  • Proctite (infezione della mucosa rettale).
  • Sindrome dell’intestino irritabile (un disordine funzionale dell’apparato gastrointestinale).
  • Tifo (è una malattia infettiva sistemica provocata da un batterio)
  • Tumore del colon-retto.
  • Tumore dell’ano.
  • Ulcera peptica (lesioni che interessano l’apparato digerente).