Le carote fanno bene a chi soffre di diabete?

Le carote come possono aiutare le persone con il diabete? Studi a confronto ne svelano la risposta.

Le carote come possono aiutare le persone con il diabete? Studi a confronto ne svelano la risposta.

Diabete e carote

Chi non conosce le carote? Già a partire dal loro colore arancione (le più conosciute, nonostante siano disponibili in altre tonalità).

Queste vengono assunte regolarmente nella dieta di un diabetico perché sono delle importanti fonti di vitamine e minerali tra cui vitamina A, vitamina B-6, vitamina C, vitamina K, potassio, fibre, calcio e ferro. Inoltre, hanno anche una ricchezza di antiossidanti (intervengono nei processi di detossificazione).

Oltre a contenere le proprietà descritte, le carote sono molto ipocaloriche, ovvero, contengono poche calorie e sono anche prive di zuccheri ma ricche di fibre, di conseguenza il loro indice glicemico (misura la velocità di digestione e assorbimento dei cibi contenenti carboidrati e il loro effetto sulla glicemia) è basso.

Insomma, un ortaggio perfetto per la dieta sana ed equilibrata di un diabetico, basti pensare che le carote bollite hanno un punteggio GI di circa 39 quindi è improbabile trovarsi sopraffatti da un innalzamento glicemico dopo averle consumate. La ‘sicurezza’ è la parola d’ordine.

I rischi della carenza di vitamine nei diabetici: studi a confronto

É in uno studio che i ricercatori hanno scoperto che le persone con diabete hanno bassi livelli di vitamina A. C’è un maggiore bisogno di questa vitamina per controllare l’eccessivo stress ossidativo prodotto da anomalie nel metabolismo del glucosio e le carote offrono anche questa vitamina ma non solo, si possono trovare anche quelle del gruppo B che svolgono un ruolo importante in alcuni processi del metabolismo.

Un altro studio ha rilevato che una carenza di vitamine B-1 e B-6 era comune nelle persone con diabete di tipo 2.

Inoltre, lo sviluppo iniziale della nefropatia diabetica era più comune se i livelli di vitamina B-6 erano bassi. Questa ricerca suggerisce che bassi livelli di vitamina B-6 possono influenzare negativamente l’andamento del diabete.

Come accennato, le carote sono ricche di fibre e queste abbassano i livelli di zuccheri nel sangue e la ‘pectina’ è la principale forma di fibra solubile nelle carote.

Adesso vuoi sapere come puoi preparare le carote? Dei consigli per te.

1) Lavali in acqua accuratamente e strofina via lo sporco.
2) Pelale con un pelapatate o un coltello.
3) Puoi tagliarli a bastoncini e mangiarli con hummus o una salsa a base di yogurt.

Se vuoi fare dei piatti più ricchi, puoi inserire le carote nello spezzatino di manzo, o quando prepari il soffritto. Oppure puoi semplicemente cuocerli al vapore, bollirli o arrostirli e consumarli come contorno.