Covid-19: un’app al posto del tampone?

Woman coughing

Pfizer mostra interesse per una nuova app che permette di rilevare se si è positivi al Covid-19. Trovate i dettagli nell’articolo.

L’app che sostituisce il tampone

È possibile utilizzare un’applicazione per smartphone per capire se si è positivi al Sars-CoV-2? A quanto pare si!

ResApp è il nome della nuova app che consente di riconoscere la positività al coronavirus. Per fare ciò, essa si basa sull’apprendimento automatico in modo da esaminare i suoni della tosse. Gli studi condotti finora hanno rilevato un’alta percentuale di efficacia nel rilevamento della positività dei soggetti.

Lo sviluppatore ha portato avanti un’indagine tra l’india e gli Stati Uniti, selezionando 741 soggetti. Tra questi, 446 erano positivi al Sars-Cov-2, mentre i restanti erano risultati negativi all’ordinario test con tampone.

Dopo aver risposto alle domande relative ai sintomi che stavano manifestando negli ultimi giorni, i partecipanti hanno tossito davanti un cellulare munito di ResApp.

I risultati emersi dall’utilizzo dell’applicazione si sono rivelati corretti nel 92% dei casi.

L’interesse delle case farmaceutiche

Nonostante possa fare storcere il naso, ResApp ha già ricevuto offerte da diverse case farmaceutiche. Pfizer, ad esempio, ha proposto di acquistare l’applicazione a 0,115 dollari per azione in contatti, che equivalgono a circa 74,3 milioni di dollari.

Uno strumento del genere, infatti, consentirebbe di diminuire la quantità di tamponi rapidi effettuati senza abbassare la guardia sulla diffusione del virus.

Fonte: ilmessaggero.it

Se volete rimanere aggiornati, seguiteci su Facebook cliccando qui!

Leggi anche: Mascherine al chiuso, c’è la data dello stop.