Covid-19: quando la tosse è un sintomo dell’infezione?

Sono 112 i tipi di tosse indagate da un medico inglese eppure ce n’è un tipo che può essere sintomo di Covid-19.

Tosse da Covid-19: come riconoscerla?

La tosse è un meccanismo di difesa ma anche il campanello d’allarme di alcune patologie e tra Covid-19 e la tosse c’è una correlazione.

Fino a un anno fa non avremmo fatto caso al tossire della persona vicina, oggi invece sì, questa connessione può destare timore.

Quello che stiamo vivendo è il periodo in cui i tanti casi di Covid-19 si mescolano con i malanni stagionali e riuscire a discernere tra una normale influenza e i sintomi del Covid-19 può essere fuorviante.

Risulta importante fare una prima distinzione tra tosse acuta e tosse cronica, la prima trova la sua risoluzione nel giro di 3 settimane, la seconda invece no, perdura nel tempo ed è in grado di invalidare la vita di chi ne soffre, di certo in questi casi sarà improbabile associare la presenza del Coronavirus a meno che non si sviluppano altri sintomi.

La tosse cronica o persistente può essere causata da:

1) Patologie rinosinusali, specialmente se accompagnate da gocciolamento retronasale di muco
2) Asma bronchiale e sindromi asmatiche
3) Reflusso gastroesofageo
4) Uso di farmaci che possono talvolta facilitare la comparsa di tosse, quali gli ACE-inibitori

In realtà, il dubbio che sia presente la tosse da Covid-19 appare spesso nella manifestazione della tosse acuta. Perché i primi sintomi da Covid-19 sono simili ad altre infezioni respiratorie.

Secondo quanto riportato dall’Associazione Italiana per lo Studio della Tosse: “dal 60 all’ 85% dei pazienti Covid positivi (sintomatici) presenta tosse.

Si tratta di una tosse prevalentemente secca, irritativa, persistente e si accompagna a un respiro corto con febbre superiore ai 37,5 che non scende, ed è molto frequente la perdita di odori e sapori.

In linea di massima possiamo escludere Covid-19 se la tosse compare grassa e produttiva.

È stato poi identificato un ordine distinto di comparsa dei sintomi: nei pazienti Covid-19 insorge prima la febbre seguita da tosse stizzosa; nell’influenza stagionale generalmente le persone sviluppano la tosse prima della febbre”. (Studio pubblicato su Frontiers in Publich Health)

“Sebbene queste caratteristiche non siano del tutto specifiche, la tosse è un campanello di allarme di Covid, che se esaminato in un contesto più ampio e completato da una accurata anamnesi ci consente di arrivare prima alla diagnosi. Per una diagnosi certa di SARS-CoV-2 è tuttavia necessario eseguire sempre un tampone faringeo o naso-faringeo che comprovi la presenza del virus”.