Covid-19, migliora l’11enne ricoverata a Bologna, come sta ora

Migliorate le condizioni cliniche della bambina di 11 anni ricoverata in gravi condizioni al policlinico S. Orsola di Bologna per Covid.

Image Credit: sudok1/DepositPhotos

Sono migliorate le condizioni cliniche della bambina di 11 anni che era stata ricoverata in gravi condizioni al policlinico Sant’Orsola di Bologna per Covid-19.

La piccola, in ospedale da alcune settimane, è uscita dalla terapia intensiva. A comunicarlo è lo stesso policlinico su Facebook.

«Le notizie che fanno bene e che ci aiutano ad andare avanti. La bambina di 11 anni, ricoverata al Policlinico S.Orsola in pericolo di vita – ha scritto l’ospedale – ha reagito alle cure ed è uscita dalla terapia intensiva. Noi ci abbiamo sperato, ci abbiamo provato, ci abbiamo creduto. Abbiamo vegliato su di lei, l’abbiamo accarezzata, le abbiamo fatto ascoltare la sua musica preferita, le abbiamo parlato. Abbiamo vegliato su di lei, l’abbiamo accarezzata, le abbiamo fatto ascoltare la sua musica preferita, le abbiamo parlato».

Il personale sanitario bolognese è in trincea e sotto forte pressione per l’aumento di contagi e di ricoveri che si registra da giorni sul territorio. «Il nostro lavoro è non lasciare mai soli i pazienti. Giorno e notte, senza pausa dai dispositivi di protezione per bere, mangiare e riposare, controllando i parametri vitali, sempre pronti a intervenire», ha scritto il policlinico.

Al Sant’Orsola sono 402 i posti letto dedicati al Covid: di questi 100 di area critica, terapia intensiva e semi intensiva: «Lo sforzo è pesantissimo per gli operatori e per l’organizzazione».

LEGGI ANCHE: Covid-19, l’immunologo Mantovani: “Attenzione alla quarta ondata”