Covid-19 durante la gravidanza, quali sono i rischi per il bambino?

Sei in stato di gravidanza e hai contratto il Covid-19? In questo articolo troverai le risposte alle tue domande.

La gravidanza è un momento speciale della vita in cui sorgono tanti dubbi e domande, in cui ci si prepara ad accogliere alla vita il nascituro con tutto l’amore che si possiede.

Tuttavia, concepire durante la pandemia potrebbe far sorgere perplessità: ‘Se vengo contagiata durante la gravidanza, mio figlio è a rischio?’. Una domanda che merita un’adeguata risposta. Se insorge la febbre bisogna sempre contattare il medico ma il Covid-19 non è il solo virus responsabile, anche il citomegalovirus o la varicella e l’herpes zoster, il virus Zika (ed altri) possono causarla.

Purtroppo, non si hanno delle risposte certe, gli studi sono in corso ma vediamo quello che sappiamo finora.

Covid-19 e gravidanza

I coronavirus sono dei virus noti da tempo che possono causare problemi lievi – come il comune raffreddore – oppure problemi più gravi come quelli respiratori. Ormai sono noti a tutti i sintomi del SARS-CoV-2 in circolazione da più di un anno ma vogliamo ricordarli:

  • tosse;
  • febbre;
  • fiato corto;
  • fatica.

Altri sintomi includono:

  • brividi, che a volte possono manifestarsi insieme a ripetuti scuotimenti;
  • gola infiammata;
  • mal di testa;
  • perdita dell’olfatto o del gusto;
  • dolori muscolari.

Chiama il tuo medico se sei incinta e presenti questi sintomi, sarà necessario monitorare la sintomatologia.

La fonte attendibile dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) osserva che le donne incinte sono più suscettibili di altre a tutti i tipi di infezioni respiratorie, come l’influenza. Ciò è in parte dovuto al fatto che la gravidanza cambia il sistema immunitario e in parte al modo in cui la gravidanza influisce sui polmoni e sul cuore.

Ma uno studio condotto nel 2020 afferma che non ci sono prove concrete che suggeriscano che le donne incinte siano più inclini a COVID-19 rispetto ad altre persone. E anche se contraggono l’infezione, sottolineano i ricercatori, non hanno maggiori probabilità di altri di contrarre gravi complicazioni della malattia, come la polmonite.

Quali sono i trattamenti sicuri per le donne incinte con il Covid-19?

In caso di febbre a 38° o superiore, i medici consigliano di assumere il paracetamolo, mantenersi idratate con acqua e stare a riposo.
Se il paracetamolo non abbassa la febbre e si ha difficoltà a respirare bisogna contattare immediatamente il medico.

Per una donna incinta è molto grave essere contagiati?

Anche per questa domanda non ci sono delle risposte certe, tuttavia gli esperti attingono dal passato: le donne incinte che hanno contratto altri coronavirus hanno avuto esiti peggiori come aborto spontaneo, parto pretermine, natimortalità.
La febbre alta nel primo trimestre, indipendentemente dalla causa, può portare a difetti alla nascita.

Calma, respira profondamente, ci sono anche delle evidenze in tuo favore: secondo un rapporto dell’OMS che ha esaminato un piccolo campione di donne incinte con Covid-19, la stragrande maggioranza non aveva casi gravi. Delle 147 donne studiate, l’8% aveva un COVID-19 grave e l’1% era critico.

Foto di fezailc da Pixabay

Il virus può essere trasmesso al bambino durante la gravidanza?

Stando alle donne che hanno partorito pur avendo contratto il Covid-19, è improbabile che il virus venga trasmesso al nascituro. Non ci sono delle prove a riguardo.

Il Covid-19 può essere trasmesso durante l’allattamento?

Nei pochi studi che sono stati fatti sulle donne che allattano con il coronavirus, la risposta sembra essere no. Ma gli esperti avvertono che sono necessarie ulteriori ricerche prima di poter affermare definitivamente che non ci sono rischi.