Covid-19, 402 casi in Lombardia: perché così tanti?

Oggi, in Lombardia, sono stati registrati 402 nuovi casi di coronavirus, ovvero il 77% del totale nazionale. Come si spiega questo dato?

Oggi, in Lombardia, sono stati registrati 402 nuovi casi di coronavirus, ovvero il 77% del totale nazionale.

Come mai? Massimo Clementi, direttore del Laboratorio di Microbiologia e virologia del San Raffaele di Milano, contattato dall’Adnkronos Salute, ha affermato: «Oggi c’è un aumento dei casi in Lombardia ma è dovuto al maggior numero di tamponi fatti, e il dato della percentuale dei positivi su quello dei tamponi totali fatti rimane buono. C’è un residuo di casi ma il trend nazionale, positivo, non è in discussione e si può leggere dai dati delle terapie intensive. I nuovi casi sono spesso asintomatici e il fatto che si fanno più tamponi è davvero una buona notizia, perché è l’arma per scovare anche i piccolissimi focolai sul territorio».

Contattato dall’Agi, poi, il virologo Fabrizio Pregliasco, Direttore Sanitario dell’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano, ha affermato: «È sicuramente un dato da monitorare, ma la situazione è sotto controllo. Una variazione giornaliera non dovrebbe spostare il trend che rimane in calo».

«C’è una variabilità giornaliera in questi dati – ha spiegato – e abbiamo già visto in passato come dopo il weekend, e in questo caso anche la festa del 2 giugno, ci siano meno tamponi, per poi salire nei giorni successivi. Il dato di oggi potrebbe essere un accumulo di positività non segnalate nei giorni scorsi: basti pensare che ieri si registravano 3.400 tamponi, oggi oltre 19mila. Sicuramente questo conferma che il virus in Lombardia ha ancora una circolazione, ma non che ci sia un aumento dei casi, almeno per ora non ci sono segnali di inversione del trend».

LEGGI ANCHE: Il coronavirus è più debole? Il parere di Crisanti.