Cosa fare per mantenere in salute i tuoi denti? I 7 consigli

Vuoi un sorriso smagliante e mantenere in salute i tuoi denti? Ecco i consigli giusti per te da parte del Ministero della Salute.

denti

Vuoi un sorriso smagliante e mantenere in salute i tuoi denti? Ecco i consigli giusti per te da parte del Ministero della Salute.

Salute dei denti e sorriso smagliante

La salute dei tuoi denti ‘parla’ molto delle tue abitudini di igiene orale ed anche alimentare, è il tuo identikit con il quale ti presenti ‘sorridendo’.

Non vuoi incorrere in denti gialli evidenti e in carie indesiderate, insomma non vuoi promuovere patologie che possono colpire i denti e il cavo orale. Per raggiungere il tuo scopo è importante attenersi a delle basilari regole di ‘comportamento’ salutari.

Le principali malattie del cavo orale, come sottolineato dal Ministero della Salute nel documento elaborato dagli esperti del “Gruppo tecnico in materia di odontoiatria”, riconoscono gli stessi fattori di rischio (abuso di alcol, consumo di tabacco, alimentazione scorretta, scarsa igiene orale) delle malattie croniche non trasmissibili.

Rivolgersi ad un’odontoiatra resta comunque una scelta onerosa anche nei paesi in cui vi è un alto reddito. Perché non prevenire affrontando i fattori di rischio comuni?

Sempre il Ministero della Salute consiglia la corretta prevenzione primaria e secondaria delle patologie di maggiore rilevanza sociale (malattia cariosa e malattia parodontale) che consente di evitare l’insorgere dei quadri clinici più gravi – quali ad es. l’edentulismo – comportando invalidanti menomazioni psico-fisiche e impegno di cospicue risorse finanziarie per la terapia e la riabilitazione.

Ecco i 7 consigli:

Alimentazione sana

Una sana alimentazione durante l’infanzia e l’adolescenza è importante per lo sviluppo e può prevenire, oltre la carie dentale, carenza di importanti nutrienti -come il ferro -, obesità e patologie croniche (malattie cardio-vascolari, cancro e diabete), frequenti cause di mortalità.

Eccesso di zuccheri

Un eccesso di zuccheri attraverso cibi e bevande, sia in termini di quantità che di frequenza di assunzione, in assenza di una corretta igiene orale, contribuisce allo sviluppo di lesioni cariose. E’ stata, recentemente, riscontrata una ripresa della malattia nei bambini, riconducibile a cambiamenti dietetici, in particolare ad un aumentato consumo di zuccheri in assenza di un’esposizione a una quantità sufficiente di fluoro.

Frutta e verdura

Un corretto apporto di frutta e verdura, cibi ricchi di vitamine, contribuisce anche alla salute orale. Una dieta povera di frutta e verdura può portare a carenze vitaminiche (fra cui quella di vitamina C) che, specie in assenza di una buona igiene orale, può facilitare l’insorgenza di patologia gengivale.

Cibi ricchi di fibre

Masticare cibi ricchi di fibre, inoltre, contribuisce a detergere i denti e a stimolare la produzione di saliva, che contiene molteplici sostanze salutari per il benessere dei tessuti dentari e aumenta il pH della placca.

Utilizzo di chewing-gum «senza zucchero»

Contribuisce al mantenimento della salute orale perché aiuta la rimozione dei residui di cibo e della placca dalle superfici dentali e stimola la produzione di saliva. Lo xilitolo, in particolare, presenta un’importante attività cario-preventiva attraverso la riduzione
della concentrazione dei batteri cariogeni.

Fermenti lattici

Il loro utilizzo hanno un’azione benefica sulla salute orale

No ai sofr-drink e agli energy-drink

Contengono un’alta quantità di zuccheri e sono acide. Se assunte con regolarità producono un danno allo smalto rendendolo molto duro e facilmente asportabile. Se non puoi farne a meno, sorseggiale con una cannuccia in modo tale da evitare il tempo che passa l’acido a contatto con i denti.