Cosa fare in caso di giramenti di testa? Quando allarmarsi?

I giramenti di testa possono accompagnarsi a vertigini, annebbiamento della vista ed altri sintomi ma questo non vuol dire che...

  • Incorrere in un giramento di testa improvviso non è inusuale e spesso è un malessere transitorio.
  • Le cause scatenanti possono essere diverse, da un movimento brusco del collo ad un attacco di panico.
  • Bisogna allarmarsi quando i giramenti di testa si ripetono nel tempo e sono associati ad altri sintomi: potrebbero esserci altre malattie sottostanti da indagare insieme al proprio medico di fiducia.

I giramenti di testa possono accompagnarsi a vertigini, annebbiamento della vista ed altri sintomi ma questo non vuol dire che si è in presenza di una grave condizione, anzi, è una manifestazione molto comune.

Giramenti di testa: cosa fare e quando allarmarsi

Chi non ha mai provato un giramento di testa? Può insorgere improvvisamente e destare preoccupazione. Ciò che non si conosce fa sempre un po’ di paura. Eppure spesso non c’è da allarmarsi in quanto è un malessere passeggero.

I sintomi associati come le vertigini, l’equilibrio instabile, l’annebbiamento della vista, la nausea, il mal di testa e i fischi alle orecchie possono enfatizzare il malessere, creando una condizione di ‘stordimento’ psico-fisico.

Abbiamo detto che spesso è un evento passeggero ma non sempre è così: in caso di di problemi al tratto cervicale, i giramenti di testa potrebbero ripresentarsi nel tempo fino alla risoluzione della causa scatenante.

Tuttavia, anche una causa psichica – come un attacco di panico – può dare giramenti di testa oltre ai sintomi classici come tachicardia, sudorazione, dolore a livello toracico, senso di soffocamento, etc.

Le cause non finiscono qui, ce ne sono tante altre come sbalzi pressori (come nel caso di un repentino cambio di posizione, da quella supina a quella eretta), colpo di calore, essere in uno stato di gravidanza, disidratazione, anemia, alterazione della glicemia (ipoglicemia, una dieta prolungata) oppure problemi all’orecchio interno, un flusso mestruale abbondante.

E potremmo continuare ancora con la descrizione delle cause.

Ma cosa bisogna fare? Quando allarmarsi?

Se vuoi alleviare o evitare l’insorgenza dei giramenti di testa potresti:

  • evitare movimenti bruschi del collo e stare attento a non incorrere nell’ipotensione ortostatica;
  • regolare il tuo ritmo sonno-veglia, il riposo notturno è importante;
  • ridurre gli input stressanti;
  • bere molto, almeno 1,5 lt al giorno di acqua;
  • non fumare, ne bere troppo caffè o alcol;

Se nonostante questi accorgimenti i giramenti di testa continuano nel tempo è bene consultare il proprio medico di base, soprattutto in concomitanza di altri sintomi.

La durata dipende dalla causa scatenante, per cui, sarà opportuno recarsi dal medico che farà una raccolta dei dati anamnestici e un accurato esame clinico per cogliere il quadro sintomatologico, inoltre, potrebbe consigliare degli esami diagnostici e visite specialistiche: potrebbero esserci disturbi all’orecchio, malattie cardiache o alla tiroide, un’ipertensione, una carenza di sali minerali, etc.