Coronavirus “sconosciuti” e “potenzialmente pericolosi” scoperti a Wuhan

Un team di ricercatori ha scoperto nei laboratori delle università agricole di Wuhan e Huazhong diversi genomi di coronavirus ancora sconosciuti.

Un team di ricercatori ha scoperto nei laboratori delle università agricole di Wuhan e Huazhong diversi genomi di coronavirus ancora sconosciuti. Lo scrive Futura-Sciences.com.

Un nuovo beta-coronavirus vicino a HKU5 e strettamente legato a MERS-Cov è stato trovato tra una serie di dati sul cotone sequenziati dall’Università di Agraria di Huazhong nel 2017. Altre sequenze di cloni infettivi legati a HKU4 e un virus dell’encefalite giapponese sono stati identificati in un cotone sequenziato dall’Università nel 2018.

Inoltre, uno dei nuovi beta-coronavirus scoperti in un topo arriva direttamente dall’Istituto di virologia di Wuhan, sospettato di essere all’origine dell’ipotetica fuga del SARS-Cov-2.

«Utilizzando le sequenze genetiche scoperte, siamo stati in grado di assemblare i genomi completi di due nuovi coronavirus», uno dei quali «molto simile» al virus Nipah, hanno affermato i ricercatori in uno studio pre-pubblicato sul server arXiv.

«La scoperta di molteplici patogeni umani pericolosi nei laboratori di sequenziamento agricolo solleva preoccupazioni circa le violazioni dei protocolli di biosicurezza», hanno avvertito gli autori, particolarmente preoccupati per i controlli meno rigorosi nei laboratori agricoli. Si auspica che le università cinesi abbiano rafforzato i loro protocolli dopo la pandemia di Covid-19.

LEGGI ANCHE: Covid-19, “il vaccino potrebbe non essere sufficiente”