Coronavirus, negative le analisi dei pazienti di Frosinone e Teramo

Sono stati diffusi i test per i casi sospetti da contagio di coronavirus a Frosinone e Teramo.

«La donna di nazionalità cinese residente a Frosinone che è stata portata il 31 gennaio presso l’Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani è negativa al test per il nuovo coronavirus. Sono in corso ulteriori accertamenti per verificare lo stato complessivo della salute».

Così in una nota l’Assessorato alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio dopo la comunicazione della Direzione sanitaria dell’Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma.

Escluso il contagio anche per i due giovani cinesi ricoverati da ieri – venerdì 31 gennaio – al reparto Malattie Infettive dell’ospedale Mazzini di Teramo.

Dopo una notte di osservazione, in sorveglianza sanitaria, isolati nel reparto del III Lotto del presidio teramano, infatti, i due cinesi presentano soltanto febbre e, in particolare, nessuna evidenza respiratoria che possa far sospettare un’infezione da Coronavirus.

In base a questo, come prevede il protocollo sanitario, i campioni biologici prelevati al loro arrivo in ospedale, non sono stati inviati all’Istituto Spallanzani di Roma proprio per l’assenza di sintomatologia collegabile al virus diffusosi in Estremo Oriente.

I pazienti resteranno tuttavia in osservazione, almeno fino a lunedì, come deciso dalla direzione generale e sanitaria della Asl di Teramo, sentiti i direttori e soprattutto il Servizio Prevenzione e Tutela della Salute del Dipartimento regionale Sanità, che monitora costantemente la situazione.