Comprare il materasso giusto: conoscere se stessi è importante

La ricerca del materasso migliore è un compito che richiede di prestare attenzione a numerosi aspetti. In vista di una scelta oculata è necessario, per esempio, domandarsi se il letto che si ha in camera sia rigido o morbido. È chiaro, infatti, che chi ha l’abitudine di riposare su una superficie non troppo rigida non dovrebbe ricorrere a un materasso ortopedico, dal momento che rischierebbe di trovarsi male. D’altro canto, i materassi in lattice e i modelli memory potrebbero rivelarsi eccessivamente soffici per chi ha sempre dormito su un letto rigido.

Conoscere sé stessi è importante

Conoscere sé stessi, le proprie caratteristiche fisiche e le proprie abitudini è molto importante per avere la certezza di trovare un modello in linea con i propri bisogni. Si tratta di prendere in esame, per esempio, la posizione che si mantiene nel sonno: i materassi molto rigidi rischiano di risultare problematici per le persone che hanno l’abitudine di dormire su un fianco, mentre i modelli memory foam si adattano a qualunque tipo di posizione venga assunta nel corso della notte. Anche il peso corporeo è un fattore da non sottovalutare: i modelli in lattice sono sconsigliati alle persone che superano i 90 chili, in quanto per loro sono preferibili in prodotti di nuova generazione con una lastra in gel rinfrescante o i materassi a molle.

Come trovare il materasso giusto

La scelta del materasso è un elemento fondamentale per la qualità del nostro riposo, dormire bene apporta numerosi benefici che ci accompagnano per tutta la giornata e non bisogna assolutamente trascurarne l’importanza. Consigliamo di fare affidamento alla vasta selezione di materassi su perdormire.com, un eccellente punto di riferimento per chi è alla ricerca di un prodotto che renda il sonno migliore.

Gli altri suggerimenti utili per acquistare il materasso giusto

La tecnologia delle lastre in poliuretano fa sì che oggi si possano trovare sul mercato modelli di tutte le dimensioni e di tipologie differenti: proprio per questo motivo è in un certo senso superata la distinzione tradizionale tra letti singoli, letti matrimoniali e letti a una piazza e mezza. Il solo accorgimento da prendere è quello di misurare il modello che già si possiede per avere la sicurezza che risulti compatibile con la rete a doghe.

Le misure

Le misure, dunque: lo spessore complessivo è un aspetto di primaria importanza sia nel caso di materasso singolo che nel caso di un materasso matrimoniale. In particolare, spessori di oltre 26 centimetri sono ammessi solo se si è alla ricerca di un futon con il quale dormire sul pavimento. D’altra parte, è preferibile non scendere sotto la soglia minima di 18 centimetri: per esempio i materassi pieghevoli hanno uno spessore ridotto, e vanno bene per dormire una volta ogni tanto, ma non tutte le notti.

I materassi a molle

Un esempio classico di materasso è rappresentato dai modelli a molle, così denominati perché sono dotati di centinaia di molle in metallo al proprio interno; nel caso dei materassi a molle insacchettate, poi, le molle possono essere protette con dei sacchetti in cotone. Si tratta di un prodotto che è raccomandato a chi ha bisogno di un supporto traspirante e abbastanza rigido: va bene anche per le persone un po’ in sovrappeso, fermo restando che la rigidità cambia da un modello all’altro e quindi deve essere sempre valutata di caso in caso.