Come si riscotruisce una relazione dopo un adulterio?

Tra tutte le prove più difficili da affrontare, quella del tradimento è di certo la più difficile. Ecco come provare a superarla.

0
infedelta

Essere ingannati significa sentirsi traditi fino al punto di rimettere in discussione le fondamenta di una relazione. Se si sceglie, però, di non rompere il rapporto, una nuova e altrettanto difficile sfida, quella della ricostruzione, attende ciascuno dei partner.

Rinnovare il dialogo

Il dialogo è essenziale per discutere capire cosa sia successo e soprattutto il perché. Anche se può essere difficile, questa discussione è necessaria per andare avanti.

Scambio costruttivo di vedute

Il dialogo caldo ed emotivo non è il modo migliore per cominciare il processo di ricostruzione. Le parole offensive e le accuse non porteranno nulla, al contrario rinforzeranno soltanto la sofferenza.

A volte è consigliabile attendere diversi giorni o alcune settimane prima di avviare un dialogo quando entrambi sono pronti a parlare di quello che è successo.

Prestare attenzione alle parole

Se parlare è un passo essenziale per ricostruire, è meglio evitare dettagli per non alimentare l’insicurezza e la fantasia di ciò che può essere accaduto. L’importante è capire il motivo per cui il partner ha deciso di tradire.

Imparare a ricostruire la fiducia

Ripristinare la fiducia dopo l’adulterio è un processo lento e complesso. Il dialogo deve permettere di tornare alle basi della relazione per dare luogo a un nuovo inizio. La chiave sta nella reale volontà di perdonare.

Seguici anche su News Republic. Scarica l’APP, è gratis:

Commenti