Come scegliere la giusta gabbietta per coniglio? Guida alla scelta

Chi non vorrebbe avere in casa un pelosetto tutto da coccolare? Ebbene, i coniglietti sono tra gli animali da compagnia più apprezzati, dopo i cani e gatti.

0

Chi non vorrebbe avere in casa un pelosetto tutto da coccolare? Ebbene, i coniglietti sono tra gli animali da compagnia più apprezzati, dopo i cani e gatti.

Non sono poche le famiglie che decidono di acquistare un roditore per i loro figli, infatti secondo una recente indagine condotta qualche tempo fa è stato appurato che la domanda è aumentata in modo considerevole e il successo è dovuto a tanti fattori:

  • Pur non essendo rumorosi si rivelano perfetti come animali da compagnia;
  • Sono dolci e molto simpatici;
  • Se addestrati a dovere possono portare molte soddisfazioni;
  • Sono molto intelligenti.

Pertanto se l’intenzione è quella di voler acquistare un coniglietto è importante che abbia tutti i comfort necessari, primo fra tutti è importante focalizzare l’attenzione sulla scelta della gabbietta. Ma come sceglierla correttamente?

Il sito petingros.it mette a disposizione della gentile clientela un vasto assortimento delle migliori marche per quel che riguarda la gabbietta per coniglio.

Tantissimi i modelli e le tipologie che si possono prediligere, ma vediamo insieme quali sono gli aspetti che bisogna considerare per far si che l’acquisto risulti corretto sotto tutti i punti di vista.

Gabbietta per coniglio: fattori da tenere in considerazione

  1. Le giuste dimensioni

Se si decide di voler allevare il coniglio all’interno dell’abitazione è molto importante che l’accessorio sia di grandi dimensioni in modo tale da permettere al roditore di muoversi liberamente. Dovrà essere dunque, molto alta per consentire all’animale di stare in piedi su due zampe e molto larga per sdraiarsi in tutto relax.

Per non sbagliare durante la scelta, occorrerà che la gabbietta sia lunga sei volte del peloso stesso. Quindi non focalizzare l’attenzione quando è ancora piccolo, ma bisogna considerare le dimensioni che raggiungerà una volta diventato adulto.

  1. La scelta dei materiali

Il materiale è molto importante perché è proprio in base ad esso che dipenderà la resistenza dell’accessorio.

In commercio abbiamo gabbiette per coniglio in legno solido con chiusura in metallo, totalmente in plastica o in metallo.

Ovviamente a prescindere dal materiale che si prediligerà, è necessario che sia atossico, per cui acquistare prodotti di alta qualità comprovati e certificati dall’UE.

Una certa attenzione la merita anche la lettiera. Non deve essere usata quella per i gatti. Da evitare le segature di legni resinosi perché potrebbero arrecare problemi di respirazione al povero roditore, piuttosto prediligere il pellet o la segatura in pioppo. Si rivelano molto sicuri e in aggiunta, impregnano gli odori.

Dove deve essere collocata la gabbietta?

Anche la posizione della stessa merita grande attenzione. I conigli non amano ambienti troppo rumorosi, dunque, la costante, deve essere la tranquillità.

Il consiglio in questo caso è quello di posizionare l’accessorio in un punto della casa dove non si avvertono troppi rumori o il passaggio continuo delle persone. Evitare di collocare la gabbia in prossimità di finestre o porte.

Naturalmente il coniglio non è un animale che deve essere lasciato per troppo tempo in gabbia. Ha bisogno dei suoi spazi per correre, esplorare la casa, ma anche per socializzare con l’umano, così come fa il cane e il gatto.

Lasciato tutto il giorno in gabbia significa condannarlo ad un’esistenza poco piacevole e purtroppo il suo stato psicologico minerà sulla sua salute.

Come deve essere allestita una gabbietta per coniglio?

Ci deve essere uno spazio per dormire, ricco di fieno, un altro dove ospitare due ciotole, una per il cibo e l’altra per l’acqua, un angolo destinato per le feci.

A seconda dello spazio a disposizione si potrà completare il tutto con giochi e accessori di ogni genere.

Gabbietta per coniglio: l’importanza della manutenzione

È fondamentale pulire quotidianamente la gabbietta perché è molto facile che a causa dell’urina la casa si impregni di questo odore sgradevole, per cui provvedere alla pulizia con acqua calda e sapone.

Commenti