Come scegliere gli integratori alimentari in sicurezza

L’uso corretto degli integratori, una questione non da poco che presenta molteplici sfaccettature. Da definizione gli integratori alimentari sono prodotti che nascono per integrare la comune dieta alimentare e che garantiscono una fonte concentrata di sostanze nutritive. Possono presentarsi in varie forme, pastiglie, compresse, pillole, polveri in bustina, liquidi, flaconi a contagocce ecc… questa la definizione di integratore alimentare contenuta nella Direttiva 2002/46/CE del 10 giugno 2002.

Si parla di prodotti che non è mai bene prendere a cuor leggero, senza accortezze, e che anzi dovrebbero sempre esser assunti dietro consiglio medico o di un nutrizionista. Ciò in virtù del fatto che gli integratori contengono sostanze che possono anche causare problemi per la salute di chi li assume. E non è un caso che l’Unione Europea abbia pensato ad una normativa armonizzata per far si che tutti gli stati membri debbano sottostare ai medesimi regolamenti e criteri specifici di composizione, produzione, etichettatura e immissione in commercio di integratori alimentari.

Un quadro di riferimento c’è, proprio per evitare di incappare in situazioni a rischio da parte dei consumatori. Il primo step è cercare di capire quando può essere utile rivolgersi a questi prodotti.

Quando fare ricorso ad integratori alimentari

Tutti hanno potenzialmente bisogno di integratori, quindi di andare a completare l’approvvigionamento di sostane nutritive che non sempre vengono assunte tramite alimentazione. Inoltre può capitare di avere momenti di appannamento fisico o mentale, di sentirsi stanchi, affaticati, di essere particolarmente stressati.

In tutti questi casi può essere utile rivolgersi agli integratori alimentari come supporto momentaneo così da integrare i nutrienti necessari che non si vanno ad assumere con l’alimentazione ordinaria. E sono tante anche le tipologie di integratori alimentari, che vengono quindi classificati secondo un preciso criterio come si può vedere sul sito Sani Oggi al link www.sanioggi.it/integratori-alimentari: si va dagli integratori di vitamine a quelli a base di piante officinali passando per integratori di fibre, aminoacidi, Sali minerali, probiotici ecc…

Quali sono i rischi

Negli ultimi anni il mercato degli integratori alimentari è letteralmente esploso, il che ha avuto come diretta conseguenza la comparsa di tantissimi prodotti oltre che di numerosi soggetti attivi nella vendita degli stessi.

Fermo restando quanto sopra detto in materia di regolamentazione UE per poter essere messi sul mercato, vale la regola delle buone pratiche di produzione farmaceutica che devono essere garantire dai produttori di integratori alimentari per far sì che il prodotto possa offrire la qualità più alta possibile.

In sostanza un integratore alimentare prima di essere immesso sul mercato deve, al pari di qualsiasi alimento, essere conforme alla normativa vigente in materia igienico- sanitaria ed è sottoposto ai relativi controlli. Sul sito del Ministero della Salute è presente l’elenco degli integratori alimentari che hanno avuto l’ok per essere immessi sul mercato: il problema è dato sempre dai venditori non regolamentati che mettono in circolazione prodotti non conformi che non rispettano quindi i requisiti. Ed in questo caso il pericolo maggiore arriva sempre dalla rete, dove è più facile agire in una zona d’ombra. Non a caso lì proliferano tante realtà che vendono integratori alimentari senza i requisiti del Ministero della Salute.