Chirurgia plastica: i principali interventi in ambito estetico e ricostruttivo

Gli interventi correttivi tesi a migliorare l’aspetto estetico di una persona sono sempre più diffusi e frequenti, anche grazie alle innovative tecniche poco invasive che permettono di ottenere ottimi risultati senza pregiudicare la qualità della vita del paziente nel decorso post operatorio.

La chirurgia plastica trova applicazione in tutti quei contesti in cui il medico è tenuto a ricostruire una parte corporea sia in seguito a incidenti, malformazioni congenite o a traumi, con l’obiettivo di garantire un recupero funzionale dell’area interessata il quanto più possibile completo.

All’interno dell’ampia categoria della chirurgia plastica, si trovano poi due branche che hanno obiettivi differenti: la chirurgia ricostruttiva, che ha il compito di ricostruire letteralmente le strutture danneggiate, e quella estetica, che ha, invece, il fine di armonizzare l’aspetto fisico di una persona.

Qualunque sia l’obiettivo finale, è fondamentale affidarsi solo a professionisti di grande affidabilità che sappiano interpretare al meglio le esigenze del paziente.

Un esempio di professionalità ed esperienza è rappresentato dal medico chirurgo Gianpaolo Tartaro, specializzato negli interventi di chirurgia ricostruttiva, plastica ed estetica realizzati con l’impiego di tecniche innovative.

Per conoscere in modo approfondito l’intervento al quale ci si vorrebbe sottoporre è possibile visitare il sito ufficiale, gianpaolotartaro.it, che illustra anche le diverse tecniche che vengono utilizzate ed identifica la tipologia di paziente per il quale è indicata una determinata operazione.

Gli interventi al viso

Il viso è una parte fondamentale e necessita di un professionista che sia in grado di migliorarne nel migliore dei modi l’aspetto estetico o funzionale.

Per quanto riguarda gli interventi di chirurgia estetica più diffusi, la blefaroplastica è una di quelle soluzioni in grado di cambiare positivamente lo sguardo (e, di conseguenza, il volto) di una persona. In genere, la blefaroplastica viene consigliata per i soggetti non più giovanissimi che desiderano intervenire sulla zona perioculare al fine di ridurre le borse sotto gli occhi e le palpebre superiori cadenti, causate in parte dall’avanzamento dell’età, in parte da fattori ereditari. Attraverso questa tecnica, il chirurgo riuscirà a restituire al paziente uno sguardo decisamente più fresco e luminoso.

Un altro intervento ampiamente diffuso e scelto sia da donne che da uomini è la rinoplastica, ovvero il rimodellamento del naso. Si può eseguire in soggetti che abbiano completato il loro sviluppo facciale – a partire, quindi, dalla maggiore età – e che necessitino di aiuto chirurgico per riportare armonia nel volto. Il chirurgo avrà cura di eseguire un attento esame per stabilire le giuste proporzioni e l’area sulla quale intervenire, proponendo poi al paziente quello che secondo lui potrebbe essere la tipologia di correzione da eseguire.

Come migliorare il corpo con la chirurgia estetica

Tra gli interventi di miglioramento estetico che riguardano il corpo, la liposuzione è attualmente una tra le operazioni più diffuse. Spesso, infatti, la sola dieta combinata con l’attività fisica non è sufficiente a garantire un corpo magro e muscoloso, soprattutto se entrano in gioco dei fattori indipendenti dalla volontà del paziente.

Con la liposuzione e la liposcultura è possibile intervenire sulle aree di accumulo del tessuto adiposo, aiutando il soggetto a recuperare la fiducia in sé stesso. Sebbene la liposuzione sia conosciuta e praticata da molti chirurghi, anche in questo caso è importante affidarsi alle mani esperte di un professionista: l’intervento, infatti, oltre a essere svolto in anestesia, comporta la fuoriuscita di edemi in conseguenza dell’incisione, che devono essere tenuti sotto controllo in modo adeguato.