Chi ti piace? Sei demisessuale? Scopri i 5 segnali

Esistono differenti tipi di orientamento sessuale che non sono solamente eterosessualità o bisessualità, esiste la sfumatura grigia: la demisessualità.

  • Essere demisessuale vuol dire percepire attrazione sessuale solamente per coloro con cui si è costruito un forte legame emotivo.
  • Questo non vuol dire essere asessuali ma ricercare primariamente una connessione emotiva da cui poi nasce quella sessuale.
  • Se sei ancora in dubbio o ti ritrovi già in queste parole, puoi approfondire i 5 segnali dell’articolo.

La sessualità è sempre un tema attuale in cui ci si imbatte tra teorie confermate e altre non stimate. Ci troviamo in un contesto culturale dove vige la scissione binaria tra eterosessualità o omosessualità senza considerare le tante sfumature che ci stanno in mezzo. Sono tanti i tabù da superare ed oggi vogliamo parlare della ‘demisessualità’.

Demisessualità: la sfumatura grigia della sessualità

La demisessualità per molti è sconosciuta eppure tutti coloro che non sentono di appartenere né all’eterosessualità, né all’omosessualità, oggi potrebbero trovare il loro posto: percepisci attrazione sessuale solamente per coloro con cui hai costruito un forte legame emotivo? Se la risposta è sì, allora approfondisci i 5 segnali che rivelano la tua demisessualità.

Secondo asexuality.org , “i demisessuali non provano attrazione sessuale a meno di non avere una forte connessione emotiva con qualcuno. Però non si limitano a relazioni platoniche. Questo termine non significa che i demisessuali hanno una sessualità incompleta: semplicemente difficilmente conoscono il sesso senza amore (inteso come connessione emotiva). Di base non sentono attrazione sessuale, tuttavia, quando un demisessuale sente una connessione emotiva con un’altra persona (con sentimenti romantici o di profonda amicizia), allora sperimenta attrazione e desiderio, e accade solo per specifici persone a cui è legato“.

Nell’era del web 3.0 è difficile non approcciarsi alle app o ai siti d’incontri, così come non lo è trovarsi in uno stato di sconforto quando un demisessuale ricerca prima un’amicizia (per trovare la connessione emotiva) e non l’incontro finalizzato all’atto sessuale, molto frequente. E questo è un problema.

Ci si potrebbe sentire ‘diversi’ dagli altri, emarginati in una società contemporanea ‘sessocentrica’ ma i demisessuali sono più di quanto possiate pensare. L’unico sconveniente? Non sanno di esserlo e non trovano una spiegazione alle loro pulsioni sessuali ‘secondarie’ e non ‘primarie’.

1) Le relazioni spesso iniziano da un’amicizia

Hai bisogno di sentirti al sicuro prima di aprirti intimamente, devi fidarti. E lo fai con un amico con cui poi potrà nascere un’attrazione anche sessuale.

2) Il primo appuntamento ti rende ansiosa

Ed è qua che ti senti ‘diversa’ dalle tue amiche che spesso si approcciano al primo appuntamento con rilassatezza. Tu no, sei tesa perché credi che già al primo appuntamento debba esserci quella forte connessione.

3) L’attrazione per gli estranei può capitare ma è passeggera

Essere demisessuale non vuol dire non provare di rado attrazione sessuale per qualcuno ma questo succede per un estraneo e dura poco tempo. Tu ricerchi l’attrazione sessuale ‘secondaria’.

4) Le amicizie ti confondono

Quando diventi amica di qualcuno pensi che potrebbe nascere una relazione? L’insicurezza nel rispondere a questa domanda ti pervade, da demisessuale continui a cercare l’intesa emotiva prima di tutto e non escludi che possa nascere un sentimento verso un tuo amico.

5) Dai un significato importante alla cotta

Sì, perché per te non è facile provare attrazione per qualcuno e quando succede si amplificano le tue sensazione e i tuoi sensi si accendono. Anche il batticuore o l’agitazione romantica nel vederlo può farti illudere che sia già amore.